I giovani italiani visti da Fuksas: stirpe senza memoria e senza amore per la cultura
L'intervista dell'archistar per TPI: forse siamo davvero di fronte ad una nuova stirpe, figli dal DNA mutato, capaci di vivere stagioni intere nell’Isola dei famosi.
Al giorno d’oggi, il sentimento diffuso è che gli attuali abitanti del nostro paese non abbiano niente a che vedere con chi ha creato un patrimonio culturale che sfiora l’80 per cento dei beni artistici mondiali. Sembra che il nostro Dna abbia subito una mutazione. Eravamo i discendenti di quelli che hanno creato il capolavoro bizantino di San Vitale, la Pienza di Papa Pio II, Venezia e Napoli, con il suo barocco strabiliante”.

Con queste parole Massimiliano Fuksas, archistar tra le più note del panorama internazionale, racconta a TPI la sua carriera, il futuro dei nuovi talenti e le colpe degli italiani nel sistema cultura.

Quindi siamo cambiati – e in peggio – ma cosa è accaduto agli italiani?

Forse siamo davvero di fronte alla nascita di una nuova stirpe. Figli nati senza memoria, capaci di vivere mesi e stagioni nell’Isola dei famosi o altri luoghi simili. La cultura è nemica di chi costruisce un universo senza principi, diritti e passione. E non potrebbe non esserlo.

Vincenza d'Augelli Troppe cose effimere mettono a rischio la capacità di sentirsi parte di una storia , con la profondità di un passato e un'apertura verso il futuro !!!

Dalle "CONSIDERAZIONI" di Nani...

A volte avrei la presunzione di consigliare o comunque di suggerire ad alcuni

di leggere "il mito della caverna" di Platone... e poi magari di viaggiare un pò

al di fuori della "caverna"... per vedere cosa c' è e si fa fuori, nel resto del mondo.

Inoltre, a mio avviso, sarebbe bene, utile, proficuo essere obiettivi e cercare di

vedere abche con gli occhi degli altri... perché altrimenti si finisce per non vedere

i propri errori e le proprie debolezze e così poi non si riuscira mai a migliorare.

Un esempio : se chi vive nelle Città dove le Mafie sono nate e tuttora prosperano

continua a sostenere che le Mafie non esistono o che tanto sono ovunque... non

farà altro che aiutare le Mafie ad esistere e prosperare e non potrà mai liberarsi

di questa piaga. E così coloro che non si rendono conto o non vogliono vedere e/o

accettare in che grado di DEGRADO CULTURALE stiamo vivendo ora, specialmente

in Italia... anche in riferimento a tantissimi giovani... (Ebbene, per cercare di far

prenderne coscienza, ho appena trascritto i 3 miei post precedenti... Vi invito a

leggerli e a meditare...)

Tizianagaetanomaria Visconti Grazie Nanni ma ritorna al tuo dovere di popolo e di canto.....l'uomo è un prigioniero che non può aprire la porta della sua prigione e scappare ..deve aspettare; e non è libero di gestire la sua vita finché un Dio ...non lo chiama.....

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Prego... mia cara Tiziana... ma c' è anche scritto : "AIUTATI CHE DIO TI AIUTA" !!!

Tizianagaetanomaria Visconti L'ha scritto prima....e non dopo......

Estela Soami Credo che la nostra generazione abbia il dovere morale di cercare in tutti i modi di passare un messaggio forte e chiaro più ai genitori di questi nostri giovani che, il
più delle volte non sono all'altezza del loro compito !!!
E se nessuno interverrà il futuro purtroppo, sarà sempre più buio !!!

Giosetta Guerra uscire dalla caverna o ascoltare chi qualche volta è uscito: lo dico e lo ripeto, ma non ho il potere, quindi rimango un grillo parlante, più volte martellato

Jackie Crapanzano Il mito della caverna di Platone lo studiai a 13 anni a scuola e mi ha rivoluzionato la vita. ..chi non ha visto mai la luce non immagina cosa sia..mmm.anime tristi e conformisti....

 

I GIOVANI E LA LETTURA: perché si legge cosi poco?
Pubblicato il 17 dicembre 2012 da cagnazzireporter
Standard
Immagine

Al giorno d’oggi è sempre più in diminuzione il numero dei ragazzi che si interessano alla lettura. La maggior parte dei ragazzi legge poco quanto niente. Quelli che lo fanno preferiscono leggere tramite internet con i loro iPad, iPhone… abbandonando ormai quasi in via definitiva quella vecchia immagine dell’usare il libro come mezzo di evasione fugace dalla vita quotidiana lasciando da parte qualsiasi oggetto o persona che richieda la nostra attenzione.

Alla domanda fondamentale, infatti, che chiedeva se e quanto leggono i ragazzi, le risposte sono quasi tutte orientate verso una lettura quasi del tutto assente. Secondo una recente ricerca i dati sulla lettura in Italia sono allarmanti, ben il 62% degli italiani non legge nemmeno un libro all’anno. I dati da noi raccolti, seppur in un piccolo liceo classico di provincia, riportano una cifra che si adegua a quella fornita a livello nazionale. I ragazzi con cui abbiamo avuto modo di parlare si “nascondono” in maniera massiccia dietro la frase “Non ho tempo per leggere”. Ma in realtà si sa che non è effettivamente così in tutti i casi.

Perché allora i ragazzi, pur avendo abbastanza tempo a disposizione, non lo dedicano alla lettura? Essi sono distratti, preferiscono stare davanti al computer, giocare ai videogame, messaggiare: non amano leggere. Ormai è un classico, ogni persona nella sua camera ha un PC, una playstation ma pochissimi libri da leggere. Ciò influisce naturalmente a far calare progressivamente i livelli di cultura generale del nostro Stato.

Oggi, infatti, anche tra le persone che leggono dei libri, spiccano i romanzi, se così li possiamo definire, “d’amore”. Prevale Federico Moccia che, con i suoi romanzi sul tema dell’amore adolescenziale, ha fatto salire la vendita di libri. Ma sono comunque libri poveri di qualsiasi valore che non vada al di fuori della storiella d’amore che in essi è raccontata.

Un altro genere molto diffuso è quello dei libri fantasy, come ci dice uno stesso studente da noi intervistato “leggo soprattutto fantasy per staccare la spina dal mio mondo, penso che il bello della lettura è che ti fa viaggiare con la mente in un modo fantastico, con essa mi immedesimo in qualche strano personaggio che non ha i miei problemi”.

Pochissimi leggono opere classiche, di tema storico o sociale. Uno di essi ci dice “i libri ti aiutano a crescere, essere informato e affrontare meglio le situazioni e i problemi che affliggono la nostra società. Questo è il valore che bisogna dare alla lettura”. Nonostante ciò, i classici vengono spesso lasciati indietro dai giovani che hanno davanti a loro molte più possibilità di soddisfare i proprio gusti letterari.

Nel corso della nostra inchiesta abbiamo formulato anche una domanda che ci permettesse di capire cosa farebbero i lettori concretamente per sensibilizzare i giovani su un tema così importante. Sono loro, infatti, la base della nostra società ed è proprio da loro che bisogna partire.

Dalla televisione ultimamente qualcosa si è visto in questa direzione, con pubblicità-progresso che spronano in tutti i sensi i giovani ad appassionarsi alla lettura sotto gli slogan “Leggere è il cibo della mente”, “ Più leggi, più sai leggere la realtà”.

Di fatti ormai si può sostenere che il rapporto tra i giovani e la lettura sia diventato semplicemente più scolastico che un piacere. Eppure con l’apertura odierna al mondo, l’area di lettura da cui i giovani possono attingere è molto più ampia sia per le tecnologie, che fanno in modo che i libri siano più facilmente reperibili, sia per uno studio sempre maggiore di lingue diverse, che fanno si che si possano leggere molti libri in lingua originale.

Loretta DeAngelis MOLTO PROFONDO QUESTO TUO INTERVENTO, POICHÉ ELENCHI DETTAGLIATAMENTE TUTTE LE RAGIONI PER LE QUALI I GIOVANI SI SONO ALLONTANATI DALLA LETTURA CALSSICA E FORMATIVA , CHE FORGIA LA MENTE, LA ALLENA, LA IRROBUSTISCE, NE DA' COLORE E SPRONA LA LORO FANTASIA CREATIVA !!! ORMAI E ' UNA RETROCESSIONE DISASTROSA UN INARIDIMENTO MENTIS , CHE E ' DOVUTO MOLTISSIMO ALLA DOTAZIONE E ABUSO DI TECNOLOGIE SPINTE CON LA CONNIVENZA DEI GENITORI SUPERFICIALI ED AI MEDIA!!! ED E ' AD OLTRANZA ! I GENITORI SAGGI DOVREBBERO ARGINARE QUESTE "LETTURE " VIRTUALI E DISEDUCATIVE ! DOVREBBERO FAR CAPIRE CHE CIÒ CHE LEGGONO SU I POD ECC E' STERILE SUPERFICIALE , NOZIONISTICA , CHE NON NUTRE ASSOLUTAMENTE LA LORO MENTE ! E ' COME ACQUA CHE SCIVOLA SENZA NULLA TRATTENERE CONMPLIMENTI NANI

Rita Mattioli È necessario che anche la famiglia e la scuola incentivino la lettura...se poi i genitori sono anche loro presi da cellulari e tablet....non si può pretendere...non serve dire ...bisogna dare l'esempio


Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso il post di Vittorio Victor.

Vittorio Victor presso Hotel Alexander - Hotel Pesaro - Arte Contemporanea.

28 maggio alle ore 13:20 · Pesaro · 

Emanuela Sisa Buongiorno e buona domenica!

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Grazie mille !!! E... ricambio !!!

Benedetta Caterina Che meraviglia!!

Meraviglioso cielo

Ed io piccola creatura 
mi inchino 
a questo meraviglioso 
cielo 
che espande la sua luce 
fin dentro 
la mia anima !

Estela Soami © 18.06.2017

Foto di Estela 
dalla mia camera 
All'ALEXANDER PALACE MUSEUM HOTEL

Estela Soami Grazie di cuore carissimo Alessandro Nani !!!


Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso il post diGiovanni Montesi.

Giovanni Montesi a Pesaro e Provincia, com'era... com'è

Come cambia la mia Terra.

C'era una volta " la Bagnarola".

In un tempo neanche molto lontano, tra i giardini del piazzale della Libertà " Palla di Pomodoro" e il " Moletto" c'era una spiaggietta chiamata appunto " Bagnarola".

A seguire alcune vedute databili alla prima metà del 1900 (recuperate in rete), messe poi a confronto con tre fotografie datate 1977, 2016 e 2017.

Marco Ciko Fabbri ci andavo a prendere i cannelli e vongole piu' grattatina di cozze davanti il moletto...cavolo saranno 40 anni fa ma il ricordo è indelebile 

Guglielmo Goglia Che favola era il " COME ERAVAMO "

Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso il post di Loretta DeAngelis.

Loretta DeAngelis TKS DEAR NANI!!! ALSO YOU ARE A GENIUS IN YOUR WAY !!!Visualizza traduzione

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Everybody is a genius in his way !!!

Tra tante sfumature di verde... il celeste del cielo e l' azzurro intenso del mare !!!...

Maurizio Regazzi buona domenica caro amico Alessandro Nani Marcucci Pinoli!!!!!!!!!!!

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Grazie mille... caro Maurizio !!! E... ricambio !!!

Dalle "CONSIDERAZIONI" di Nani...

A volte avrei la presunzione di consigliare o comunque di suggerire ad alcuni

di leggere "il mito della caverna" di Platone... e poi magari di viaggiare un pò

al di fuori della "caverna"... per vedere cosa c' è e si fa fuori, nel resto del mondo.

Inoltre, a mio avviso, sarebbe bene, utile, proficuo essere obiettivi e cercare di

vedere abche con gli occhi degli altri... perché altrimenti si finisce per non vedere

i propri errori e le proprie debolezze e così poi non si riuscira mai a migliorare.

Un esempio : se chi vive nelle Città dove le Mafie sono nate e tuttora prosperano

continua a sostenere che le Mafie non esistono o che tanto sono ovunque... non

farà altro che aiutare le Mafie ad esistere e prosperare e non potrà mai liberarsi

di questa piaga. E così coloro che non si rendono conto o non vogliono vedere e/o

accettare in che grado di DEGRADO CULTURALE stiamo vivendo ora, specialmente

in Italia... anche in riferimento a tantissimi giovani... (Ebbene, per cercare di far

prenderne coscienza, ho appena trascritto i 3 miei post precedenti... Vi invito a

leggerli e a meditare...)

Tizianagaetanomaria Visconti Grazie Nanni ma ritorna al tuo dovere di popolo e di canto.....l'uomo è un prigioniero che non può aprire la porta della sua prigione e scappare ..deve aspettare; e non è libero di gestire la sua vita finché un Dio ...non lo chiama.....

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Prego... mia cara Tiziana... ma c' è anche scritto : "AIUTATI CHE DIO TI AIUTA" !!!

Tizianagaetanomaria Visconti L'ha scritto prima....e non dopo......https://www.facebook.com/nani.marcuccipinoli

Estela Soami Credo che la nostra generazione abbia il dovere morale di cercare in tutti i modi di passare un messaggio forte e chiaro più ai genitori di questi nostri giovani che, il
più delle volte non sono all'altezza del loro compito !!!
E se nessuno interverrà il futuro purtroppo, sarà sempre più buio !!!

Giosetta Guerra uscire dalla caverna o ascoltare chi qualche volta è uscito: lo dico e lo ripeto, ma non ho il potere, quindi rimango un grillo parlante, più volte martellato

Jackie Crapanzano Il mito della caverna di Platone lo studiai a 13 anni a scuola e mi ha rivoluzionato la vita. ..chi non ha visto mai la luce non immagina cosa sia..mmm.anime tristi e conformisti....

 

I giovani italiani visti da Fuksas: stirpe senza memoria e senza amore per la cultura
L'intervista dell'archistar per TPI: forse siamo davvero di fronte ad una nuova stirpe, figli dal DNA mutato, capaci di vivere stagioni intere nell’Isola dei famosi.
Al giorno d’oggi, il sentimento diffuso è che gli attuali abitanti del nostro paese non abbiano niente a che vedere con chi ha creato un patrimonio culturale che sfiora l’80 per cento dei beni artistici mondiali. Sembra che il nostro Dna abbia subito una mutazione. Eravamo i discendenti di quelli che hanno creato il capolavoro bizantino di San Vitale, la Pienza di Papa Pio II, Venezia e Napoli, con il suo barocco strabiliante”.

Con queste parole Massimiliano Fuksas, archistar tra le più note del panorama internazionale, racconta a TPI la sua carriera, il futuro dei nuovi talenti e le colpe degli italiani nel sistema cultura.

Quindi siamo cambiati – e in peggio – ma cosa è accaduto agli italiani?

Forse siamo davvero di fronte alla nascita di una nuova stirpe. Figli nati senza memoria, capaci di vivere mesi e stagioni nell’Isola dei famosi o altri luoghi simili. La cultura è nemica di chi costruisce un universo senza principi, diritti e passione. E non potrebbe non esserlo.

Vincenza d'Augelli Troppe cose effimere mettono a rischio la capacità di sentirsi parte di una storia , con la profondità di un passato e un'apertura verso il futuro !!!

Giosetta Guerra Grande Fuksas, ma attento potrebbero dire anche a te, come hanno detto a me, che sei rimasto indietro...Non ci resta che piangere

 

Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso il post di Vittorio Victor.

Emanuela Sisa Buongiorno e buona domenica!

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Grazie mille !!! E... ricambio !!!

Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso la foto di Marco Ciko Fabbri.

Marco Ciko Fabbri grazie mille caro Nani...meriti una medaglia per le tue condivisioni da diecmbre nn hai saltato un solo giorno heheh...Buona domencia

Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso il post diGiovanni Montesi.

Marco Ciko Fabbri ci andavo a prendere i cannelli e vongole piu' grattatina di cozze davanti il moletto...cavolo saranno 40 anni fa ma il ricordo è indelebile :)

Guglielmo Goglia Che favola era il " COME ERAVAMO "

 

 

Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso il post diVincenza d'Augelli.

Lilian Rita Callegari COMPLIMENTI 
Alessandro Nani Marcucci Pinoli ed 
alla brava stilista 
Fabiana Gabellini

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Grazie !!!

Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso la sua foto.

Guglielmo Goglia Meraviglioso

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Grazie !!!

Guglielmo Goglia Felice e serena domenica a te Alessandro

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Grazie mille !!! E... ricambio !!!

Vincenza d'Augelli Stupendo !!!


Alessandro Nani Marcucci Pinoli
 ha condiviso il post di Estela Soami.

Estela Soami Grazie di cuore carissimo Alessandro Nani !!!

Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso il post di Renzo Binni.

Renzo Binni Ciao Alessandro, grazie per la tua condivisione.

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Ciao !!! E... prego !!!

COGITATIONES

< Quando un popolo, divorato dalla sete dI libertà, 
si trova ad avere a capo dei coppieri che gliene versano a sazietà, 
fino ad ubriacarlo, accade allora che, 
se i governanti resistono alle richieste 
dei sempre più esigenti sudditi, sono dichiarati despoti. 
E avviene pure che chi si dimostra disciplinato nei confronti dei superiori è definito un uomo senza carattere, servo; 
che il padre impaurito finisce per trattare il figlio come suo pari, e non è più rispettato, 
che il maestro non osa rimproverare gli scolari e costoro si fanno beffe di lui,
che i giovani pretendano gli stessi diritti,le stesse considerazioni dei vecchi, e questi, per non parer troppo severi, danno ragione ai giovani. 
In questo clima di libertà,nel nome della libertà,non vi è più riguardo per nessuno. In mezzo a tale licenza nasce e si sviluppa una mala pianta: la tirannia.>

Alessandro Nani Marcucci Pinoli N.B. La "TIRANNIA" dei nostri tempi non si accentra in un uomo solo - il Dittatore - ma in un limitato gruppo di potere che... non ascolta e "padroneggia indisturbato".

Lilian Rita Callegari Bravo NANI. Platone è saggezza... attuale.

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Grazie mille !!!

Lilian Rita Callegari prego.caro NANI.

Lilian Rita Callegari grazie a Te.

Anna Rita Guerra Infatti oggi non c'è più la democrazia, ma la demagogia

"L' età dell'ignoranza. È possibile una democrazia senza cultura ?"... 
Questo si chiedevano i Pre-Socratici, 
Socrate, Platone, Aristotele, ecc. ecc. ... 
E ovviamente TUTTI convenivano nel 
sostenere che non sarebbe possibile... 
perchè con l' IGNORANZA NON 
SI PUÒ AVERE NEPPURE LA DEMOCRAZIA...
(Invece si cerca di fare passare il messaggio di "chi non sa"... secondo il quale : "gli ignoranti dovrebbero insegnare alle persone colte" !!!...

Alessandra Laurenzi Perseveriamo ..non molliamo

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Beh... io non mollo di sicuro !!!... (Ho 6 nipoti !!!)

Alessandra Laurenzi Io non posso insegnare ma mi piace imparare 
Piano piano se si semina bene si raccoglie

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Bravissima !!!

Antonio Nicolò Infatti non siamo in un paese democratico...w L'IGNORANZA...ma siamo più stupidi noi che lo consentiamo o loro che detengono il potere?

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Purtroppo... caro Antonio... nella Democrazia contano i numeri e quindi la quantità e non la qualità... Ecco perchè sostengo da sempre che bisogna Educare... ACCULTURARE...

Mi auguro che alle "consorterie intellettuali"

rimanga almeno il diritto e la possibilità di

DISSENTIRE ed ESPRIMERE il proprio

DISAPPUNTO e DISPIACERE...

Stefano Poderi Egregio Sindaco se il tuo concetto di cultura è coprire il piazzale della Libertà con bancarelle, furgoni, palco e altro, mi corre l'obbligo di esprimere il mio dissenso. Anche il divertimento deve essere rispettoso del decoro e del bello della città.

Davani Paolo-Agostino ...Conte lei si ostina, ma loro vanno per la loro strada e inseguono...il voto delle "masse"

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Si... caro Paolo-Agostino... certamente... è vero che "vanno per la loro strada" come ci andò il Sindaco Tombesi e la Sua Giunta quando decisero di abbattere le Mura e le Porte di Pesaro... MA POI ora e per sempre quel Sindaco viene ricordato come il "DEMOLITORE"... mentre mio nonno come un vero amante della Città, che si oppose a quello scempio !!!

Giovanni Pancari ma la cultura.........cultura, come la chiamerebbe ?????

Alessandro Nani Marcucci Pinoli ha condiviso il post di Luigi Benelli.

Giusy Santonocito Fanno tutti schifo....!!Si vendono per soldi..!!!

Francesca Franca Taglio delle mani.

Della "TOLLERANZA"...
Fuoricorrente
In Evidenza 
Non mi piacciono le notti bianche e lo street food
17/06/2017 Nani
di Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina

Della “TOLLERANZA”… In tutta sincerità a me non piacciono e non condivido né le “NOTTI BIANCHE” soprattutto per i “bambini” (perché invogliano e purtroppo insegnano ad andare a letto tardi, quando gli Enti Pubblici, secondo me, dovrebbero Educare a stili di vita più seri, costruttivi e utili per il Loro futuro)… né il “CIBO PER STRADA”… perché, sempre a mio avviso, ci allontana dalle nostre belle tradizioni del “convivio”… del cibo mediterraneo… delle nostre buonissime specialità locali… PERÒ mi sono sempre guardato bene dal remare contro… o criticarli… ma anzi l’ ho sempre pubblicizzati… anche in Fb… perché rispetto sempre le altrui opinioni e preferenze e non mi permetterei mai di volerle prevaricare… perché ognuno ha i propri gusti, che vanno sempre rispettati.

Altresì però non capisco poi Coloro che non rispettano le mie idee… ed invece di cercare di capirmi… si offendono e/o mi attaccano a volte perfino maleducatamente !… Comunque, qui mi avvalgo di quanto scrive il grande Leopardi all’Appendice delle Operette Morali :

O l’ immaginazione tornerà in vigore, e le illusioni riprenderanno corpo e sostanza in una vita energica e mobile, e la vita tornerà ad essere cosa viva e non morta, e la grandezza e la bellezza delle cose torneranno a parere una sostanza e la religione riacquisterà il suo credito; o questo mondo diverrà un serraglio di disperati, e forse anche un deserto.”

Questo scriveva circa due secoli fa il grande Giacomo! Ebbene, a mio avviso una previsione perfetta. Ma qualcuno dirà che in questi 200 anni abbiamo fatto tanti e lunghi passi avanti. Invece io Vi dirò che i progressi si sono avuti solo grazie alla Scienza, la Tecnica, le Scoperte e le poche Eccellenze che le hanno determinate… MA POTEVAMO E DOVEVAMO… POTREMMO E DOVREMMO… STARE MEGLIO… MOLTO MEGLIO… proprio grazie a tutto quel progresso scientifico e tecnico che indubbiamente c’è stato.

Loretta DeAngelis CONDIVIDO TUTTO !!!

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Grazie milleee... mia cara Lori !!!

Loretta DeAngelis NON POSSO CHE DARTI RAGIONE VEDI TUTTO CHIARO !!! UN PLACER POR ME!

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Gentilissima !!!

Marco Ciko Fabbri città in ostaggio 

INCREDIBILE ... EPPURE VERO !!!... E non è il primo... ( e neppure l' ultimo a quanto si sente dire...)...

Tiziana Politi Che schifo di persone

Silvio Picozzi Lunedì sarà già a casa e fra qualche mese tutto passerà nel dimenticatoio come successo per casi analoghi. La gogna in Piazza del Popolo, questo meriterebbero i mascalzoni come questo personaggio.

Alessandro Nani Marcucci Pinoli "GOGNA" per un mese... e poi "IN BERLINA" per un altro mese ... MA soprattutto la restituzione del "ricevuto" più un altrettanto per risarcire chi è stato ingiustamente tassato.https://www.facebook.com/nani.marcuccipinoli

Andrea Tasciotti È tutta una Mafia in Italia

Bruno Fulvi ogni tanto mi scrivono che vogliono soldi, ma fortuna il direttore che conosco io non è lui, è un altra brava persona che conosce il sociale.

Diego Maria Renier Pena doppia!!! In quanto stipendiati dagli Italiani!!!

Alessandro Nani Marcucci Pinoli Dovrebbero dare il buon esempio !!!!!!!!!...

Marcella Tinazzi Io penso che prima di sottoporre chiunque ad una gogna pubblica occorra attendere l'esito del processo.

Saverio Simoncelli Questa gente, a cominciare dai dirigenti più alto in grado, le uniche Entrata di cui dovrebbero curarsi, è quella nelle patrie galere!!!!!@