di Nani (del 21/05/2012 alle 19:58:54)

241-2) ... (Segue)...

LE GRANDI CRISI...
... ORIGINI e RESPONSABILI.

CONCLUSIONI.

Coloro che hanno letto attentamente i miei 2 precedenti post e li hanno condivisi ( e d'altronde come non farlo?!... Sono dati di fatto!) non potranno che indignarsi, dopo essersi chiesti : 
"Ma come fanno cosi' poche persone, per quanto ricche e potenti, a rovinare le vite fi milioni, miliardi di Loro simili, per... decenni, facendoLi lavorare il doppio, il triplo di quanto potrebbe essere necessario, morire in guerre che di certo non vorrebbero, morire di fame e di sete quando ormai tutti potrebbero avere il necessario, convivere o morire con o per malattie mortali ma 'curabili'?!..." Eh?

E come e' possibile che STATI SOVRANI debbano vivere sotto assurde spade di Damocle... afflitti da ancor piu' assurdi... reating, spread, default... ecc. ecc. ???
E imporre sempre nuove imposte e tasse per pagare debiti pubblici e interessi che i Loro Cittadini non hanno fatto, ne' voluto!!! ???
E continuare assurde... "GUERRE DI PACE"... costosissime in termini di vite umane dei nostri ragazzi e di danaro pubblico che invece dovrebbe essere speso per chi non ha da mangiare! ??? Eh?!...

Ebbene, tutte queste domande non sono legittime?!... E Voi non ve le fate?!... Eh?!...

E quali o meglio quale risposta Vi date?!... Io ne ho una sola! ... Ma prima di scriverla, vorrei leggere le Vostre !!!...

Vincenza d'Augelli Tutti ci facciamo queste domande,come tutti siamo nauseati da questo sistema attuale,si sogna sempre un mondo migliore organizzato su principi etici dell'essere umano e non sull'idea di possesso di denaro di sfruttamento e di dominio dell'uomo sull'uomo.................aspetto la tua risposta!

Nani Marcucci Pinoli La mia risposta, mia cara Vincenza, non puo' che essere pessimistica!... So che in tutta la natura e quindi anche tra gli animali vige la triste 'regola' del "pesce piu' grande che mangia il piu' piccolo!) e quindi anche tra gli uomini... dai tempi dei tempi!... Quando il piu' grosso e piu' forte sottometteva i piu' piccoli e deboli!...

Augusto Salati

E' per questo che non ci sarà mai risultati come li desidereremmo, la Natura! In natura il mondo animale è governato da se stesso, senza un potere di volta in volta da costituire, quindi il più forte di tutte le specie governa la sua. La sp...ecie umana che è detta anche animale, ha la stessa costituzione di tutte le specie animali, di conseguenza ne porta tutti i requisiti nel bene e nel male. Ma noi diciamo che l'uomo ha più intelligenza e dunque più raziocinio, più discernimento, più ragionevolezza ecc. ma questo, purtroppo non cambia la sostanza della nostra specie, è la stessa della fionda e della caverna. La tragicommedia è che noi ci diciamo evoluti, ma l'evoluzione se c'è stata, è quella che vediamo tutti i giorni: Il pesce grosso ancora continua a mangiare il pesce piccolo nonostante le rivoluzioni, le guerre, la scienza, la tecnologia e quant'altro. Conclusione, Nani e Vincenza, l'uomo non può fare nulla contro la sua "sventura?" di essere nel Creato a due dimensioni, positiva e negativa tenendo presente che la negativa, e questo non so perché è sempre preponderante sulla positiva. In bocca al lupo!!!

Nani Marcucci Pinoli ... Crepi!... Poi... certo, Augusto, l
"l'uomo non puo' fare niente contro la sua sventura"!... Perche' nonostante il raziocinio e la possibilita' ( ma non la liberta'!) di potere scegliere, in teoria, tra il bene e il male... poi e' 'condannato', in pratica, a scegliere quasi sempre il male!...

Nani Marcucci Pinoli (Continua)... E cosi' ... "si da' la zappa sui piedi"!... La sua condanna - avrai un altro Dio prima di me!... - e' il "danaro"!... Potremmo liberarci da quei "Signori del danaro"... se avessimo politici e governanti intelligenti, liberi e disenteressati!... Ma sono pochi gli intelligenti, pochissimi i liberi e ... inesistenti i disinteressati!... Perche' anche se ci fossero i puri, gli onesti ( utopie ... 'oniriche'!!!)... lo sarebbero per poco tempo... perche' il potere "corrompe"... e ben presto non sarebbero piu'... "disintetessati"... ma diventerebbero prima 'corruttibili' e poi "corrotti" !!!...

Annarita Viscido ormai credono alle loro stesse bugie......ho proprio pena per loro......

Annarita Viscido penso che anche se hanno tutti i danari a disposizione nel loro pensiero non sono felici e non sono liberi.....

Annarita Viscido eppure basterebbe che ognuno si comportasse nel rispetto del prossimo che tutto prenderebbe un'altra direzione.......ma il dio denaro è lui che li comanda che gli dà potere fama e finto rispetto.....che tristezza

Nani Marcucci Pinoli Per forza!... Perche' hanno interesse a crederci!... E non solo economici!... Hanno fatto carte false per arrivare alle Loro poltrone... o poltrincine!... Che poi sono disposti a tutto pur di non perderle!... Anche a fare a meno della coerenza, della dignita' e perfino dell'onore !... Basti pensare, solo per fare un esempio, che non fanno cadere i governi, perche' altrimenti perdono la pensione e/o parte dello stipendio !!!...

Annarita Viscido in fondo sono degli ottimi attori.....bisogna dargliene atto......ma senza dignità e onore che vita è.....io non potrei nemmeno concepirla nel pensiero......sai quando avevo 20 anni mi hanno proposto per entrare in politica qui dalle mie parti....sai ho sempre avuto un bel caratterino.....ma ho rifiutato non era fatto per me mentire......è più forte di me.........il mio futuro era creare e non castelli di parole false......però non sono tutti così ci sono delle eccezioni....per fortuna......noi abbiamo un grande potere basta solo avere il coraggio di esercitarlo.....il voto....anche se molte famiglie dipendono economicamente da molti politici....hanno fabbriche ovunque.....la vedo molto dura.......

Nani Marcucci Pinoli ... "Tu non potresti neppure concepirla..." ... infatti Tu non fai politica! Non l'hai voluta fare e mai la faresti! Ma quelli che la fanno, non sono cosi'... sono diversi !!! Partono con una grande, enorme ambizione, desiderosi di arrivare... a tutti i costi e a tutti i prezzi (ma mai di lavorare! Quello assolutamente mai!)... e fanno quello tutta la vita!... Non e' come nei Paesi più' civili e democratici che dopo un mandato, tornano al Loro lavoro!... (E poi, quale lavoro?!... Se la maggior parte non l'avevano e non ce l'hanno!).

 

241) LE GRANDI CRISI...
... ORIGINI E RESPONSABILI.

Due premesse : 
1) Non sono di certo responsabili tutti coloro che lavorano seriamente e onestamente.

2) Il danaro non segue di sicuro il "principio dei vasi comunicanti", ma la legge fisica che "in natura nulla si crea e NULLA SI DISTRUGGE, ma TUTTO SI TRASFORMA"!
Pertanto se ALCUNI (MOLTI) SI IMPOVERISCONO, ALCUNI (POCHI) SI IMPOVERISCONO.
An...che perche' nessuno brucia il danaro, che pero' si sposta da una parte all'altra!

Da sempre le ragioni sono le stesse, perche' "CHI HA IL COLTELLO DALLA PARTE DEL MANICO FA CIO' CHE VUOLE E GLI FA PIU' COMODO.

(Continua)

Nani Marcucci Pinoli Errata corrige : dopo "alcuni (pochi) si..." naturalmente volevo scrivere "SI ARRICCHISCONO" e non certo "si impoveriscono!... Pardon!... Per scrivere troppo in fretta e non rileggere prima d'inviare!

241-1) ... (Continua)...
LE GRANDI CRISI ...
... ORIGINI e RESPONSABILI.

Esempi storici degli ultimi decenni :

1) Tra il 1880 e il 1896 vi fu una massiccia quanto imprevista deflazione che causo' un crollo drastico dei prezzi dell'economia americana (23% ca). Poiche' la maggior parte dei contadini dell'ovest del Paese erano indebitati con le Banche dell' est, quando i prezzi diminuirono, il val...ore dei debiti aumento' e le BANCHE SI ARRICCHIRONO moltissimo a spese dei contadini.

2) Negli anni '15-'18 la GRANDE GUERRA arricchi'
ulteriormente le BANCHE e i GRANDI GRUPPI ECONOMICO-FINANZIARI.

3) LA GRANDE CRISI DEL '29.
Le BANCHE alla fine del '28 avevano ritirato improvvisamente dal mercato DICIOTTOMILA MILIONI di DOLLARI, cancellando le aperture di credito e chiedendone la restituzione.

4) La SECONDA GUERRA MONDIALE ('39-'45) inutile dirlo, come poi le guerre di Corea, del Vietnam, ecc. ecc.
(perche' "Questi" senza guerre non si arricchiscono 
abbastanza!...) hanno continuato a "rimpinguare" Questi affamati di soldi e potere!...

5) Poi l'inflazione degli USA della fine anni '80... Chi l'ha pagata?!... Beh, di certo non Loro, che l'hanno scaricata sull' ARGENTINA, dove si e' fatta la fame per quasi 10 anni... E facendo rimettere danaro ai risparmiatori (famelici!) di mezzo mondo!
(Tutti soldi che sono affluiti, come sempre, nelle stesse tasche, per i principi generali che sopra ho premesso!)

6) E ora la nuova "GRANDE CRISI" che ha colpito l'EUROPA da 3 anni a... chissa' quando (!)... chi l'ha voluta e generata?!... Ma lo sappiamo tutti!... Le GRANDI BANCHE AMERICANE (e un po' inglesi e tedesche) !...
E Chi ci ha guadagnato finora e continuera' a guadagnarci?!... I lavoratori?... I piccoli imprenditori, gli artigiani, i commercianti?!... Ma no!!!.. Anzi Loro devono lavorare di piu' per pagare piu' tasse per potergli pagare gli interessi dei debiti pubblici che ci hanno fatto fare!... E allora dove vanno i nostri soldi?!... Chi si e' arricchito e continua ad arricchirsi sempre piu'?!... Ma sempre gli stessi!... Loro!... Le GRANDI BANCHE, I GRANDI GRUPPI ECONOMICO-FINANZIARI !!!
(E poiche' quando si parla di BANCHE non si parla dei muri delle stesse... qui si tratta dei soliti "paperoni" che vivono di fame di danaro e sete di potere!... Poveretti!)

Giulia Urbinati Clicco 'mi piace' a sostegno del tuo pensiero......non certo perché mi piace quanto ho appena letto....

Pelillo Roberto Grazie Nani, molto chiaro il messaggio e ben spiegato l'arcano....il bello che a capo di questi grandi ladri ci sono anche i nomi e cognomi....volendo, ma avendo per ora vinto loro non si possono fare, paradossalmente tutto questo coinvolge l'occidente e forse lascerà fuori i nuovi padroni del mondo, quelli con altra radice religioso-culturale, Cina, India ecc.

Nani Marcucci Pinoli Grazie Giulia! Certo... per quanto possano piacere le mie riflessioni, tanto piu' fanno indignare questi dati di fatto!...

Nani Marcucci Pinoli Caro Roberto, grazie anche a Te! Ma, purtroppo, io sono piu' pessimista o meglio realista e - ricordando Manzoni che a proposito di Longobardi e Franchi, piu' o meno, scrive : non illudedetevi... "perche l'uno e l'altro sul collo vi stara'!..." - quindi penso che gia' quei "Potenti" abbiano gia' in mano i grossi centri di potere di quei Paesi (BIC = Brasile, India e Cina), ai quali in cambio hanno dato in credito il debito pubblico americano ! ( Tanto i debiti non sono mica i Loro e saranno poi gli Americani a doverli pagare!). Tutt'al piu'... faranno entrare nel " Cerchio di potere" qualche 'potente' del BIC... ma di certo ben pochi !!!..

Giulia Urbinati "Io chiederò lo stesso un cervello invece del cuore -disse lo Spaventapasseri- perché uno stupido non saprebbe che farsene di un cuore, anche se ne avesse uno."

"Io prenderò il cuore -replicò il Boscaiolo Di Latta- perché l'intelligenza non rende una persona felice...e la felicità è la cosa più bella del mondo."

Il Mago di OZ- Lyman Frank Baum

 Viva il Festival della Felicità 

Nani Marcucci Pinoli Bravissima! Giusta citazione!

Francesca Tombari Scrive Eppur io credo che dover scindere nell'umana presunzione di sapere è sembre un grave errore, il cervello puo' il coure deve e la Felicità di biccoli bocconi si nutre.

Francesca Tombari Scrive PS adoro quel pezzo del Mago di OZ grazie Giulia di avermelo ricordato 

Nani Marcucci Pinoli Grazie a entrambe!

Fernanda Vinci Nani Marcucci Pinoli il 29 alle ore 18 verrò ad ascoltare Pansini,ciao fernanda

Nani Marcucci Pinoli Bravissima! Grazie! Ti aspettero'!

N.B. IMPORTANTE !...

... per lo spirito !!!

Venerdi 25 p.v. alle ore 19

nella sala degli specchi...

tra le bellissime Opere di

Augusto Salati...

LETTURA di POESIE di

KATIA MARIONNI e

... ANTONIO CERQUARELLI !

Adriana Galoppi .........

Nani Marcucci Pinoli Co' vo' di' ?

Adriana Galoppi Mmmmmm

Nani Marcucci Pinoli Cioe'?

Adriana Galoppi Boutade... Ho invitato dei miei conoscenti a vedere i lavori di Augusto .Spero siano venuti

Adriana Galoppi Solo che sono collezionisti dei Morti quindi tocca aspettare ancora un po'

Vincenza d'Augelli Ennesima occasione per nutrire la nostra anima!...........Grazie!

Nani Marcucci Pinoli Ma anche Tu dovrai recitare 2 o 3 poesie del "Vate"!!!...

Nani Marcucci Pinoli Boh! Adriana spiega! Non ci capisco nienteeee!

Adriana Galoppi nn ti arrivano le mie risposte??

Nani Marcucci Pinoli Si! Ma non le capisco! Cosa vuol dire, ad esempio, "collezionisti di morti"?

Adriana Galoppi Che nn sono in grado di riconoscere il valore dell'arte attuale ma investono sul passato

Nani Marcucci Pinoli Ah!... Ma qui si parlava di poesie !... Percio' non capivo !...

Adriana Galoppi Io parlavo di Augusto

Nani Marcucci Pinoli Ora capisco! Allora Tu adesso un po' esageri!... Perche' chiamare ad esempio i Musei che hanno dei quadri di Raffaello, Michelangelo, Leonardo... "collezionisti dei morti"!... Con tutto il rispetto dei collezionisti dei vivi (tra i quali io che ho 1300 opere!) !... Eh?!...

Adriana Galoppi Stamattina credo di difettare nella chiarezza

Nani Marcucci Pinoli Oppure, assai più' facilmente, io nella comprensione!...

Adriana Galoppi Nn credo ,+facile sia l,amarezza che ogni tanto mi prende.Cmq va bene cosi' se cos-' deve andare

Nani Marcucci Pinoli Ma no! Non dire cosi'! Altrimenti mi dispiace!

Roberto Domenicucci adriana siamo tutti con te

Adriana Galoppi Chi sei

Augusto Salati Adriana Galoppi, ti ringrazio per l'interessamento per i miei lavori, ma Nani invitava noi a partecipare alla serata di Poesia, per il 25 di maggio. Di chi sono le poesie Nani?

Nani Marcucci Pinoli Due giovani! E le poesie sono belle! Poi le brave Francesca e Vincenza daranno il Loro contributo! E anche noi due, caro Augusto, faremo di tutto per non sfigurare e tenere alto il prestigio dei non piui' giovani!!!...

Augusto Salati Ma Nani, io cosa centro, non sono mica un poeta, sono un prosastico in versi!!!

Nani Marcucci Pinoli Ciao! Innanzi tutto ci sono le Tue belle Opere esposte!... E molti verranno anche per vederle!... E poi.... non credo che le poesie non Ti piacciano !!! Vi aspetto

Augusto Salati spero di esserci, buonanotte Nani.

Nani Marcucci Pinoli Grazie Augusto! Buona notte a Te!

 

 

 

Laura VolanteGrazie Nani, mi onori con il tuo invito. Il 29 ci sarò, il 1 giugno forse, e sai quanto mi fa piacere partecipare ai tuoi eventi. Farei il trasloco domani per Pesaro, ma purtroppo sono "prigioniera" del destino. Impiccata qui!!! e se lo facessi nessuno se ne accorgerebbe...Un abbraccio

Nani Marcucci Pinoli Ma dai! Comunque grazie! Ti aspetto! Baci

Laura Volante BACIONISSIMI!

Nani Marcucci Pinoli Anche a Te! ... Di buona notte!

In occasione del Festival della Felicità, quali Sponsor Ufficiali,

all’Albergo San Domenico di Urbino****

nel fine settimana 25 – 27 maggio

e

all’Alexander Museum Palace Hotel**** di Pesaro dall’ 1 al 3 giugno,

offriamo prezzi scontati e... trattamenti speciali

per chi prenota direttamente dai nostri siti:

www.alexandermuseum.it e www.viphotels.it

www.festivaldellafelicita.it

240) FESTIVAL DELLA FELICITA'... "Caso Englaro".

Come tantissime volte mi e' capitato nella vita, anche in questa occasione mi sono trovato - non volendo! - coinvolto e in mezzo ad una 'polemica'!... (In Italia i Guelfi e Ghibillini ci saranno sempre!)

Da una parte sono sponsor, sostenitore e uno dei relatori di questo Festival - a cui credo, anche se l'avrei chiamato «del desiderio di Felicita'...» o della «Felicita' possibile»! - ... e dall'altra un buon Cattolico (anche se non perfetto, perche' non condivido alcune posizioni 'intransigenti' della Chiesa.)

Ed qui mi trovo nel mezzo di una polemica... E ora non voglio entrare nel merito del "contendere"!... Anche perche' la Chiesa ha le Sue buone ragioni per "difendere" il proprio "Credo" e d'altra parte i 'laici' vogliono portare avanti le Loro scelte e relative liberta'!

POSSO CAPIRE... Anche perche' amo la "Liberta' e la Tolleranza"... Le quali pero' non vedo "esaltate" in entrambe le posizioni !

Quello che, in tutta sincerita', NON RIESCO A CAPIRE e' cosa e come possa entrarci in un Festival della Felicita',

un caso cosi' doloroso... come questo. Perche'... in ogni modo, in qualunque verso e da qualsiasi punto di vista lo si voglia guardare, io ci vedo tutto, ma proprio tutto, TRANNE LA FELICITA'.

(Tutt'al piu' bisognerebbe cambiare il titolo con uno dei due che ho proposto io, qui sopra!). Ecco, tutto qui!

Anche per spiegare e giustificare la mia apparente, quanto inesistente "contraddizione"!...

Valentina Vivacqua A Beppino Englaro dedicai questi versi: "Padre che col mio dolore/hai cercato il clamore/al mio cospetto / dovrai tornare/nei miei occhi/ dovrai guardare/ e sarà silenzio/ e sarà eterno. Subii un vero attacco nel socialnetwork, e questo la dice lunga sulla "libertà" di opinione... FESTIVAL della FELICITA'?? Ho i brividi...

Nani Marcucci Pinoli Grazie 1000 Valentina!... E 1000 grazie x i "mi piace"!

Alessandra Pagnoni sono assolutamente d'accordo con lei..e i versi di valentina li trovo bellissimi...in certi casi ci sarebbe davvero bisogno di silenzio.

Nani Marcucci Pinoli Grazie! E... "Un bel silenzio non fu mai scritto... ne' detto!" !!!

Augusto Salati In effetti quel caso con la felicità terrena non ha niente a che fare, a meno che non la si voglia far entrare attraverso un percorso metafisico, cosa verosimile.

Nani Marcucci Pinoli ... Sai... "forzando" si arriva a tutto !... Ma gia', secondo me, non e' facile di parlare di Felicita'... - e
se non molto fugace... negli intervalli tra un dolore e l'altro, come scriveva Leopardi... - tutt'al piu' di "serenita' "... Ma in questo caso... ???... Eh?

Augusto Salati Infatti, la felicità terrena non esiste, forse per chi ama la Bibbia, la si poteva trovare nel Paradiso terrestre o in quel bellissimo Cantico dei Cantici. Forse nell'attimo in cui scorgi un'idea che ti pice moltissimo?

Nani Marcucci Pinoli Eppure la mia nipotina mi dice spesso : "la vita e' bella e io sono felice!" !!! Dopo ci pensano gli uomini a rovinarla!... Anche ai bambini! ...

Augusto Salati Già!

Vincenza d'Augelli Secondo me carissimo Augusto la felicità terrena esiste,si tratta di individuare ciò che si vuole e farlo!!!!!!! ...........

Silvio Picozzi Nani, sei molto bravo perchè fai nascere sempre spunti di riflessione e i miei sono i seguenti: 1) mi speghi cosa vuoi dire con le tue ultime parole che non ho capito ..." per spiegare e giustificare la mia apparente, quanto inesistente "contraddizione" 2) Io ho il massimo rispetto per il pensiero del Sig. Englaro, anche se non lo condivido, ma quello che non accetto è il suo desiderio di pubblicizzare al massimo la vicenda come ha fatto in passato ed ora fino ad accettare l'invito ad un "Festival della Felicità". 3) Mi risulta inoltre molto difficile interpretare il pensiero che ha mosso il nostro Presidente della Provincia ad invitarlo. 4) Ma gli sponsor, prima di decidere la sponsorizzazione, non sono informati sul programma o gli scopi della manifestazione? 5) Tra l'altro la provincia risponderà per questa decisione a tutti i cittadini perchè una buona parte dei costi verrà coperta con le entrate dovute alle tasse da noi pagate.

Vincenza d'Augelli Caso Englaro !!!!! Ma cosa centra con il festival della felicità!!!! Ci sarà da piangere.....

Nani Marcucci Pinoli Cara Vincenza... penso che la Felicita' terrena, al massimo, possa essere "intermittente"!... Con alternanze e durate piu' o meno lunghe, a seconda delle persone e dei periodi della vita! Poi, invece, c'e' un'altra 'forma' ... che per me e' molto importante... ed e' la "ricerca" della Felicita' !!!... Quella e' possibile... Anzi, direi : doverosa!... (Sia personale da parte di ciascuno di noi... sia pubblica da parte di Enti, Amministratori e politici !)

Nani Marcucci Pinoli Vincenza, quanto a Englaro sono proprio d'accordo con Te!

Nani Marcucci Pinoli Ed eccomi a Te, Silvio! Ti dico subito che se io "sono bravo a far nascere spunti di riflessione", Tu sei bravissimo a darmi i "compitini serali"! ...Comunque provo a risponderTi. 1) A prima vista si potrebbe ravvisare una "contraddizione" tra il mio essere Cattolico e sponsorizzare un Festival che ha invitato Englaro. Ebbene : A) Naturalmente gli Spinsor non conoscono mai in anticipo i programmi e gli invitati... ne' potrebbero interferire nelle scelte. B) Comunque io, per abitudine da sempre, amo il confronto, il dialogo e perfino lo scontro verbale, ma mai il rifiuto pregiudiziale; ne' amo giudicare, ne' tanto meno accusare. Ho fatto, da giovane, per 12 anni l'avvocato e mai avrei fatto il giudice, ne' tanto meno il pubblico accusatore. Amo ascoltare le idee, le convinzioni e le versioni degli altri, anche se diverse dalle mie o addirittura opposte, e poi cercare di spiegare le mie, facendo di tutto per dimostrare la veridicita' delle stesse e magari la maggior ragionevolezza, ma mai con il pregiudizio di avere sempre ragione io e torto l'altro... Ti diro' di piu' : a volte - anche se raramente - mi sono addirittura reso conto di avere torto e che l'altro aveva ragione !

Nani Marcucci Pinoli (Continuo) ... 2) Sono pienamente d'accordo in tutto quello che hai scritto al punto 2 ! (Anzi, per essere sincero e un po' malizioso,penso che voglia giustificare agli altri e soprattutto a se stesso, quello che ha fatto e cercare di dimostrare le Sue ragioni...)
3) In verita' non e' stato il Presidente della Provincia ad invitarlo, ma l'Agenzia di Roma che organizza quasi tutti questi Festival!... (E penso che vada sempre in cerca di ... visibilita'... scoop... polemiche... perche' fanno parlare!...). 4) A questa domanda ho gia' risposto! La sponsorizzazione, tra l'altro, viene decisa mesi prima di dare gli incarichi e fare i programmi, che dipendono appunto dai soldi che si sono raccolti o assicurati... 
5) A questa domanda o richiesta, dovra' rispondere il Presidente della Provincia, che ha voluto questo Festival. E io non posso ne' devo sostituirmi a Lui... Rispondo solo delle mie decisioni!... Con cio' ho terminato di rispondere alle Tue domande! Ma nel mio prossimo post rispondero', come promesso, anche all'amico Taronna e alla cara Francesca!

Nani Marcucci Pinoli Ed ora cerco di rispondere alla domanda piu' difficile - che si sono fatti in tanti... tra i quali anche l'amico Taronna e la cara Francesca! - e cioe' : "MA COME DI FA - SPECIALMENTE DI QUESTI TEMPI... E CON TUTTI I PROBLEMI ECONOMICI CHE CI SONO - A PENSARE ALLA FELICITA' ?!... Eh? 
Ebbene, io dico che proprio di questi tempi bisogna parlare di FELICITA'. Ma capisco che non sia facile!... Quindi cerchero' di spiegarmi il meglio possibile, naturalmente nei miei limiti! Ma Vi chiedo la cortesia di leggermi senza pregiudizi o preconcetti ! Grazie. Inizio con una premessa : ho letto che Voi criticate che sia proprio una Kennedy (tra l'altro mia cara amica!) a fare da testimonial!... Ma Lei lo fa - nonostante tutti i lutti che la Sua famiglia ha, tra l'altro, accettato sempre davvero cristianamente - perche' fu proprio il padre - Bob Kennedy - a dire e sostenere per primo che piu' che il PIL e' importante la felicita' o comunque la ricerca della stessa! ... E io sono del tutto d'accordo e pienamente convinto! Ed ora provero' a spiegarmi e a... "giustificarmi"!... Perche' qui si tratta 'quasi' di questo!... Non e' vero?!... Allora... ecco le mie ragioni!...

Nani Marcucci Pinoli Allora: Perche' parlare di FELICITA' ?!... Specialmente ora ! Dunque : 1) Da sempre l'uomo ha cercato di stare il meglio possibile e di ricercare la felicita'! 2) Dai tempi dei primi pensatori e Filosofi si e' sempre cercato di definire cosa fosse la Felicita' e cercare 'ricette' per ottenerne il piu' possibile! ... Molte Religioni, non riuscendo ad offrirla in questa vita, l'hanno promessa in un'altra... 3) Poi si e' pensato che la Felicita' si potesse trovare nel benessere e nel danaro... 4) Per oltre cent'anni ogni generazione, specialmente nei nostri Paesi piu' ricchi, e' riuscita ad essere piu' ricca della precedente, alimentando i sogni di un benessere sempre crescente!... 5) Con l'entrata tra le Nazioni piu' industriali di oltre 2,3 miliardi di nuovi e potenziali concorrenti al benessere - BIC = Brasile, India e Cina - il futuro delle economie mondiali andra' verso un livellamento, con l'inevitabile impoverimento delle nostre vecchie economie e l'arricchimento delle nuove. Con la conseguenza, sicura e inevitabile, che ormai per molti decenni, per la prima volta dopo un secolo e mezzo, ogni nostra generazione sara' PIU' POVERA DELLA PRECEDENTE!... E in Italia piu' che altrove!... Cio' premesso, si capisce facilmente che il benessere, i soldi, le ricchezze non potranno piu' essere dei 'VALORI'... delle speranze... dei sogni... E proprio queste difficolta' di questi ultimi tempi lo confermano e lo dimostrano. E poiche' ormai gli antichi 'valori' - Fede, Patria e Famiglia - non esistono piu', ne' si puo' sperare che si possano 'recuperare' nel breve periodo, resta necessario, inevitabile e indispensabile trovare altre alternative... altri VALORI... E questi dobbiamo senza meno CERCATE e TROVARE.
Ecco perche' ho detto e scritto che questo FESTIVAL, piu' che "della Felicita' ", si dovrebbe o si doveva chiamare : "FESTIVAL DELLA RICERCA DELLA FELICITA' " oppure "FESTIVAL DELLA FELICITA' POSSIBILE" !... Quindi... conferenze, discussioni e dibattiti per cercare delle soluzioni possibili!... Tenendo ben presente che... (Segue)

Nani Marcucci Pinoli (Segue) ... Ed ora concludo con le 2 convinzioni personali e i miei 2 'apporti' a questa edizione : 1) Ricordero' che ho conosciuto tantissime persone ricchissime del tutto infelici, mentre moltissime altre indigenti o proprio povere... serene e molto spesso felici! ... Soprattutto in Sud America, dove ho vissuto lunghi anni, essendoci altri valori, ho potuto constatare che la serenita', la gioia e perfino la felicita' sono del tutto indipendenti dalla ricchezza e dal danaro ! ( Li' vivono BENE con 30... massimo 60 dollari al mese!). 2) Poi cerchero' di dimostrare che "la bellezza, l'Arte... salveranno il mondo! " !!!... E poi parlero' di... "FELICITA' E ARTE" !!!... Ma se volete sentire... i "dettagli" (!)... dovrete venire a sentirmi nella serata conclusiva : domenica 3 giugno alle ore 18 nel cortile di Palazzo Gradari !!! ... (Anche perche' qui, ormai, si e' fatto tardi !!!)

Francesca Tombari Scrive Non riesco ad entrare nel merito alla questione Englaro, ho un'idea ben precisa, ma penso anche sia talmente delicato il tema da non potersi esaurire in un commento. Quanto invece al Festival della Felicità il volerlo chiamare "Festiva della felicità possibile" o in altro modo poco cambia e poco dovrebbe cambiare nel concetto che da come ho capito io dovrebbe/vorrebbe portare avanti. Ho letto alcuni commenti che hanno indicato questo festival come inappropriato alla situazione in cui oggi giorno viviamo, alla situazione di degrato polito e sociale, tutto vero, ma io penso che se ci crogioliamo nel buio in cui ci hanno costretti che se ci facciamo condizionare da questa situazione di indifferenza ai veri valori e ci dibattiamo in questa sorta di inquisizione verso il tentativo di mutare il pensiero negativo e di poter vedere nelle piccole cose il vero motore della vita, non ci sarà mai una svolta. So di avere sogni utopici di libertà e felicità, per essere FELICE mi "accontento" di ciò che in molti pensano "sciocco" ma sono certa che basterebbe un minuto per ascoltare una poesia, un ora per assistere alla presentazione di un libro, per riempirsi il cuore di bellezza. Odio gli sprechi, il superfluo e ce ne sono tanti, ma dare credito al tentativo di trovare non dico la via per la felicità, sarebbe troppo, ma per un sorriso è meritevole.MI PIACE.

Nani Marcucci Pinoli Grazie! Due volte! Per quel "MI PIACE" e per le Tue parole! Ma non si tratta solo di "dare credito al tentativo di trovare la via della felicita'...", ma di cercare insieme altri "Valori", approfondirli, divulgarli... Praticamente e' proprio quello che, forse senza renderTene conto, Tu stessa giustamente dici, quando scrivi : "nel vedere nelle picccole cose il vero motivo della vita" e poi "per essere felice mi accontento di cio' che in molti pensano sciocco" e infine "basterebbe un minuto per ascoltare una poesia, un'ora per assistere alla presentazione di un libro, per riempirsi il cuore di bellezza"! Bellissimo! Giustissimoi! E' proprio tutto questo che vogliamo fare!

Nani Marcucci Pinoli ... Perche' ormai la gente si e' abituata da troppi anni a vivere al di sopra delle proprie possibilita' e a fare debiti, pagamenti a rate... pur di comperare - spinti dalle pubblicita' delle industrie! - di andare alla moda, di vestire firmato, di avere gli ultimi modelli di tutto!... E non si accorge che sono "necessita' non necessarie"!... Non certo indispensabili!... Quando invece si potrebbero avere, a costo zero, gioie enormi : l' amicizia, una partita a carte o a bocce, sapere apprezzare e gustare i tramonti, i crepuscoli, le albe, lo sbocciare dei fiori.... Ma tutto questo va riscoperto!... Ecco perche' io l'avrei chiamato FESTIVAL DELLA FELICITA' POSSIBILE"!... Perche' questa, cosi'... e' ancora possibile da raggiungere! E poi con questo 'titolo' non si da' la possibilita' di fraintendere - magari in cattiva fede! - e dire che ... 'non e' il momento di parlare della felicita', perche' ora non c'e' proprio"!... Ma proprio perche' non c'e', sara' il caso e il dovere di cercarla... di trovarla altrove... dove e' possibile ... procurarsela ... con l'impegno e il contributo di tutti !

Silvio Picozzi Francesca e Nani, sono d'accordo che la felicità è nelle piccole cose, come leggere una poesia, la presentazione di un libro gustare un tramonto o una conversazione con gli amici. Ma abbiamo proprio bisogno di un Festival per imparare a gustare tutto questo? Pesaro, pur essendo una piccola città offre, a chi lo vuole, molte possibilità per vivere una vita serena perchè circondata da una meravigliosa natura e perchè gli abitanti amano la vita sociale. E allora perchè, in questi momenti, investire risorse, per finalità che ai più francamente sfuggono, quando vi sono tante persone che sarebbero ben liete di ricevere un aiuto anche economico? Sono problemi molto diffusi forse più di quanto non si creda e, sorprende come i nostri amministratori non riescano a percepire questo stato di cose e insistano nella realizzazione di progetti assolutamente sperati da emergenze che dvono essere risolte. Anche i romani dicevano "panem et circenses" ma prima dei festival davano al popolo il pane!

Francesca Tombari Scrive Il "Giusto" evento da sovvenzionare e condividere? Giusto è distribuire il pane ai bisognosi ma non è certamente con la carità delle bricciole che si aiuta il popolo, bensì dandogli la possibilità, la libertà di pensare che la speranza di un mondo migliore esiste dietro l'angolo. Credo che ogni evento sia criticabile e ovviamente migliorabile ma non credo che una sorta di questua alzerebbe e migliorerebbe la condizione che stiamo vivendo. "State allegre contadine/ so arrivate le maggioline/ so arrivate poverine.." cosi recita una vecchia canzone popolare marchigiana " cantamaggio" . Credo che entrare in una sorta di voluta castrazione del potersi sentire felici perchè tutt'attorno vibra la sofferenza renda merito solo a chi ci vorrebbe zitti muti a testa bassa. Investire quindi in cosa se non nella sperqnza di poter essere felici e come non apprezzare lo sforzo rivolto ad una sorta di nuova educazione verso la semplicità del bello? Purtuppo in molti hanno dimenticato e a tanti non è stato insegnato c'è bisogno di eventi che rendano partecipi gli Uomini con le loro possibilità di sognare.

Nani Marcucci Pinoli Grazie Francesca! E complimenti!... Mi hai anticipato piu' che degnamente!... In una parola : "MEGLIO"!... (... di quanto avrei fatto e saputo fare io!). Mi permetto aggiungere : 1) che il grande Gandhi usava spesso ripetere un vecchio e saggio detto indiano : "Se vuoi veramente aiutare un povero, non gli dare un pesce, ma la canna da pesca!" !!!... Ora, a parte che l'elemosina, la beneficenza, l'antica "pietas" romana ( che comunque prima del "panem" pensava di certo ai propri divertimenti!), la "carita' cristiana" e la "solidarieta' civile e volontaria" dei nostri giorni, per me sono tristi rimedi per chi ha il diritto/dovere di lavorare e soprattutto il DIRITTO di non avere bisogno della compassione di nessuno... beh, precisato tutto questo, mi permetto ricordare che non e ' nei compiti delle Province aiutare i piu' poveri e cose del genere!... Mentre sono nei compiti specifici delle Province (e in parte anche dei Comuni) occuparsi del Turismo,far conoscere il territorio e incrementare l'arrivo e la permanenza dei turisti! Tanto e' vero che ormai quasi tutti i Comuni d'Italia e comunque tutte le Province organizzano Festival, Mostre, ecc. Basti pensare alla stessa Pesaro o Mantova, Modena, Torino... Taormina, San Remo, ecc. ecc. Vedi, Silvio, sono gli SPRECHI, gli SPERPERI che vanno combattuti!... Non gli investimenti!... Quando per fare una cosa spendono il triplo del necessario!... O spendono per non fare nulla!... Ma non e' questo il caso, visto che con soli 20.000 Euro di "investimento" della Provincia si ricevono 4 o 5 volte tanto di sponsorizzazioni, che formano una cospicua somma che resta nel territorio e da' lavoro a tante aziende e tantissime persone!... E fa conoscere Pesaro e porta turisti, gente a Pesaro, negli alberghi, nei ristoranti, nei bar, nei negozi... E, d'altronde, perche' mai, gli sponsor danno i loro cospicui contribuiti?!... L'anno scorso abbiamo avuto tantissimi turisti e di questo Festival ne hanno parlato tantissimi giornali di tutto il mondo!... (Specialmente negli USA, grazie alla Kennedy!).

Giulia Urbinati "L'emozione è energia in movimento.
Quando muovete l'energia, create un effetto.
Se mettete in moto sufficiente energia, create la materia.
La materia è energia conglomerata. Mossa di qua e di là. Compressa insieme.
Se manipolate l'energia abbastanza a lungo in un certo modo, ottenete la materia.
Ogni Maestro capisce questa legge.
Si tratta dell'Alchimia dell'Universo. Costituisce il segreto di tutta la Vita.
Il pensiero è pura energia.
Qualunque pensiero abbiate mai avuto e mai avrete, è creativo.
L'energia del vostro pensiero non muore mai. 
Mai.
Abbandona il vostro Essere e si dirige nell'Universo, e si estende per sempre.
Un pensiero è per sempre.

Il Pensiero Più Elevato è il pensiero che contiene la Gioia."
(Neale Donald Walsch-Conversazioni con Dio)

"Bisogna scacciare il senso di colpa a bastonate: è un sentimento idiota, deleterio ed inutile.
Non fa del bene a nessuno.
E bisogna anche accettare che le persone si divertano e siano felici in un modo diverso dal tuo."
(Christine Orban-Ricordati di essere felice)

Mai come in questo momento della Storia c'è stato bisogno di organizzare un Festival Della Felicità.
Ce ne vorrebbe uno al giorno.
Qualsiasi cosa, pur di innalzare le coscienze

Giulia Urbinati Un'infermiera australiana, che ha passato diversi anni ad assistere i malati nelle ultime 12 settimane della loro vita, ha raccolto le loro testimonianze in merito ai rimpianti che, giunti a quel punto, i pazienti si sono resi conto di avere. 
Si è accorta che, in mezzo a tutto quello che le hanno raccontato, ce n'erano cinque più ricorrenti rispetto ad altri.

Al 1° posto: "Vorrei aver avuto il ...coraggio di vivere una vita in accordo e in linea con il vero me, non con quello che gli altri si aspettavano da me";

2:"Vorrei non aver lavorato così duramente";

3:"Vorrei aver avuto il coraggio di esprimere i miei sentimenti";

4:"Vorrei aver mantenuto i contatti con i miei amici";

e infine, 5:"Vorrei aver permesso a me stesso... di essere felice"

.
.
.
.
non so voi, ma io non ne voglio neanche uno sul conto.

Nani Marcucci Pinoli Bravissima Giulia! Complimenti! ...
Tre post perfetti!... Non potevi scrivere nulla di meglio per dire e far capire l'importanza del FESTIVAL DELLA FELICITA' !... Soprattutto in questo momento !

Annarita Viscido Nani io sono in sintonia con i tuoi nipotini la vita è bella e io sono felice.....non è una questione di denaro potere o altro di materiale......i tempi sono sempre stati difficili ..le persone si sono sempre "arrangiate".....non sarò più felice quando si spegnerà la mia fiamma......ma spero che duri a lungo....nel frattempo vivo.....e apprezzo....no ho ben capito il festival della felicità in cosa consista ....ma è sempre meglio del festival dell'infelicità......buona vita a tutti

Nani Marcucci Pinoli E' un Festival che parla di tutto cio' che ci puo' fare stare meglio!... In tutti i campi e modi! ... Perche'... un po' meglio si puo' sempre stare!...

Annarita Viscido ecco ora è tutto chiaro ...ottima iniziativa...bravo

Nani Marcucci Pinoli Grazie 1000 ! A presto

Nani Marcucci Pinoli Bellissima esperienza e testimonianza! Grazie! Vorrei tanto essere come quel Signore e trovare Chi sa apprezzare come Te!.. Complimenti!