di Nani (del 03/05/2012 alle 20:02:17)

Nani!... Ritratto... regalo di Federico Pierleoni !... (Grazie!)

Mona Ma bellissimo!

Nani Marcucci Pinoli Grazie! Riferiro' !!!

Mona Ma sì gliel'ho appena detto di persona...

Nani Marcucci Pinoli Meglio !

Carissimi "AMICI IN FACEBOOK"!... Grazie!

Una preghiera : Per favore scrivetemi nella MIA BACHECA PUBBLICA 
(e non in quella privata, ne' sms o E-mail !) Grazie !!!

Ho anche un SITO-BLOG :
www. nani-faivivere.it 
(Ad oggi ha ben 3.600 
letture !!!...)

Angi la Vocale Nani Marcucci Pinoli Grazie mille per aver accettato la mia amicizia...!

Nani Marcucci Pinoli Buon giorno e grazie a Te per avermela chiesta! A presto

228) FAVOLA

Tanti anni fa' scrissi una delle mie solite favole sulle
FORMICHINE... (Ecco il sunto!) :

"Ci sara' un giorno...
(Cosi' iniziano sempre le mie favole !)
... che una formichina filosofa e testarda ...
che tutti i giorni si arrampica fino alla cima di una collina, sempre per il medesimo percorso, per vedere se da li' si veda un 'segno'...
dopo tanti tanti anni...
finalmente vedra' il "SEGNO'!
... Sara' la traccia che Lei stessa ha scavato nei Suoi
PERCORSI...

(L'ho fatta breve breve !!!
Tanto ci sara', penso, Chi la capisce... ugualmente... lo stesso !)

Silvia de Marzani Speriamo che sia così Buongiorno.

Nani Marcucci Pinoli Buon giorno e grazie !

Francesca Tombari Scrive Un po' "se uno ben semina raccoglie". Credo che la tenacia, la forza, la voglia di non demordere porti sempre ad avere un "segno" un buon frutto da raccogliere 

Nani Marcucci Pinoli Brava! Dovrebbe essere proprio cosi'!... Ero giovane quando la scrissi !!! E poi... ne ho fatti di 'percorsi'!... Ma non so se mai... avro' lasciato una traccia !!!... (... Ho cambiato troppi 'percorsi'!)

Francesca Tombari Scrive Probabilmente ogni percorso ha portato ad un cambiamento ad un ragionamento che ti ha fatto capire la nuova direzione da intrapprendere e ad ogni tappa, stanne certo, hai lasciato un segno.

Nani Marcucci Pinoli Grazie! Sei gentile!

Mauro Finetti obbiettivo - percorso, che porta al tuo segno. grazie nani.

Augusto Salati Autoritratto di formica...

Nani Marcucci Pinoli Buon giorno! E... grazie a Te! Gentilissimo!... E complimenti !!!

Nani Marcucci Pinoli I ringraziamenti anke per Te, Augusto ! Ma i ringraziamenti erano soprattutto per Mauro !... Per quel Suo "grazie", che ho molto apprezzato !...

Vincenza d'Augelli La costanza e l'impegno si dice che nel tempo diano risultati anche se non sempre accade,la formichina testarda ha ottenuto ciò che voleva e comunque chi fa da se fa per tre

Augusto Salati Fosse stato Sisifo come la formichina, avrebbe rivoltato il mondo!

Nani Marcucci Pinoli La mia formichina era modesta, non aveva sfidato Zeus e non aveva un masso da spingere sulla montagna... ma cercava... cercava... di vedere... lontano... di migliorare, migliorare... il piu' possibile... e di lasciare un segno... umano, assurdo desiderio...

Augusto Salati Ma non mi pare un assurdo desiderio...La mia amica Soprintendente Archeologica delle Marche,Delia Lollini Diceva che gli uomini, quasi tutti vogliono farsi ricordare, alcuni per le opere che hanno fatto ma anche quelli che non hanno lasciato niente hanno bisogno di farsi ricordare, magari soltanto attraverso i propri cari... Tu che di segni ne hai lasciati tanti e ne lascerai ancora, devi essere contento già fin d'ora di avere un posto nella storia, se non altro attraverso tutti quelli che hai conosciuto e che ti hanno stimato. Ti pare poco? In fondo la Storia è Tutto. Un caro saluto da Io Nessuno.

Nani Marcucci Pinoli ... "Un posto nella storia..."!... Ti prego, non prendermi in giro!... Ma neanche nella storia locale! E poi effimera e' perfino la Storia Universale!... Chi ricorda mai Nabuccodonosor ?!... E se anche fosse, cosa mai Gli gioverebbe ?!... Sic transit gloria mundi !... E' stato scritto : " ho cio' che ho donato"!... E in questo posso sentirmi ricco!
Interiormente! A parte i segni!... Perche' io, ma solo io, vedo il mio!... Un caro saluto ad un amico troppo modesto!

Michela Pacassoni Hotel Alexander Palace Museum *****, una meraviglia ...GrazieNani Marcucci Pinoli, per la serata!!!!!!

Paolo Gostoli Nani Marcucci Pinoli Grazie per l'amicizia, un caro saluto.

Michela Pacassoni Stasera all'Alexander Palace Museum con Leonardo NobiliRoberta BacciardiElena Pacassoni.....dal mitico Nani Marcucci Pinoli!!!!!

227) Ho letto che in tantissimi Paesi del Mondo , quindi, naturalmente, anche in Italia, ma perfino negl USA, le prossime generazioni saranno piu' povere di quelle immediatamente precedenti e questo dopo oltre 100 anni di trend contrario : cioe', soprattutto nell'intero '900, sempre piu' ricche!...
Non solo! Anche la cultura e' in calo! Ovviamente! E lo sappiamo bene! Dal '68, specialmente in Italia, si e' cominciato a studiare meno... per le idee scellerate di puntare piu' sulla quantita' che sulla qualita' (una laurea per tutti!... Ricordo le mie discussioni con Carlo Bo!).
E quella generazione del "voto politico" poi e' diventata quella degli insegnanti... No comment !

Sta di fatto che ora non solo c'e' una generazione di mezzi analfabeti (moltissimi giovani nei Concorsi per entrare in Magistratura o negli Esami per diventare avvocati, vengono bocciati addirittura per errori di ortografia e non solo di grammatica e sintassi!);
ma anche e soprattutto di 
'ignoranti' ( dal vero significato etimologico!... Coloro che ignorano!...) e di... come dire... 'refrattari' al pensare, al colloquiare, al discutere, a confrontarsi, ad 'accalorarsi'... come avveniva nelle generazioni mie e precedenti...
E l'assurdo e' che la responsabilita' e' stata proprio ed unicamente della Cultura e degli Intellettuali di sinistra !... ( E qui ricordo le mie discussioni con Marcello Stefanini !...)

Ai tempi dei miei nonni, nel primo dopoguerra, gli Intellettuali di sinistra anziani - ricordo - leggevano e amavano ancora Marx, Freud, mentre i piu' giovani iniziavano a leggere e poi a studiare Gramsci...
Io, che ero un po' piu' giovane ed avevo molte frequentazioni con gli stranieri, gia' alla fine degli anni '59, ma soprattutto nei primi anni '60, iniziavo a leggere Bertrand Russel, Adorno e Herbert Marcuse : Eros e civilta'; L'uomo a una dimensione... (A Lui devo il mio grande amore per l'immaginazione e la fantasia, come valori...).
Quindi Erich Fromm ( dalla 'Societa' sana' a 'Avere o essere'!...). Ma anche Albert Camus (idolo del nostro Prof. Ciafre' !...) :'Lo straniero', ecc.

E giu' discussioni... con i miei compagni di Liceo prima, e poi d'Universita'!... Fino alle 2, le 3 di notte... E si arrivava perfino a litigare !...

E ora ?!... Adesso... disinteresse, apatia, 'ignoranza' pura...

E anche la statura dei politici di allora!... Di qualsiasi partito... E le ideologie!...
Tutto finito!...
Insieme ai Valori, alle grandi passioni, a quel nostro mondo ormai lontano, ma tanto tanto stimolante, vivo...

Ed ecco spiegato, a mio avviso, il nostro tempo attuale!... (Non c'e' da stupirsi !...)

Valeria Poliseno centrato Nani! ma come si fa a recuperare........

Nani Marcucci Pinoli Eh!... Sai, a sprofondare nei precipizi si fa molto in fretta!... Ma poi... ad arrampicarsi e tornare su... almeno in pianura (non dico nelle vette della Cultura!)... ce ne vuole!... (Ai tempi miei si leggevono i Classici e si studiavano i Filosofi... Ora guardano il 'Grande fratello' e, al massimo, leggono i polizieschi!... Con tutto il rispetto!)...

Mauro Finetti la responsabilità è nell uomo. non : la responsabilita' e' stata proprio ed unicamente della Cultura e degli Intellettuali di sinistra.

Mauro Finetti da uno intelligente come te nani fare del populismo direi di no. e come dire che le donne sono tutte veline perché esiste la tv spazzatura (tipo mediaset) allora l ignoranza è di destra? dai.

Nani Marcucci Pinoli Ma Tu, scusa, quanti anni hai? Perche' io c'ero, quando furono prese quelle decisioni!... Non parlo per sentito dire!... InformarTi, se non mi credi! Ma non dai ciarlatani! Dagli intellettiali seri di sinistra! (Di sinistra... E non dico quelli di destra!).

Studiolimes Scenografie Le persone in genere non sono spinte all'analisi sostanzialmente per sfiducia in se stessi, quando si discute ci si espone é la paura di perdere l'appartenenza ad un gruppo il vedersi confermare quotidianamente ad un determinato gruppo é considerato dai più fondamentale come respirare. Poi anche i massmedia in poco più di un ventennio hanno pesantemente contribuito ad "addormentare" le coscienze delle nuove generazioni....insomma siamo messi male!

Valeria Poliseno io nn metterei di mezzo destra....sinistra o altro del genere.....è che si è perso il gusto delle letture impegnative.....dei programmi tv da cui impatare qualcosa.....anche quelli ...cominciano con troppi argomenti e nn ne approfondiscono nessuno......tranne Alberto Angela......che è spesso in replica......Io ho nostalgia anche delle lunghe chiacchierate senza che a metà discorso uno debba correre via e venga travisato anche il senso di quello che si stava dicendo......Insomma.......mi sa che sono......antica.......

Mauro Finetti ‎88. io non ho dato del ciarlatano a nessuno.

Nani Marcucci Pinoli Hai ragione! A volte c'e' veramente Chi mi fa cadere le braccia! (Come il mio Manichino con le braccia a terra e la scritta: ora non posso nemmeno raccoglierle!)... Perche' noto Chi parla in malafede e Chi parla... cosi', per sentito dire o 'per dare fiato alla bocca'!... Contro la verita', la logica, la Storia! E cosi' ci si fa del male!... Ed e' per questo che mi dispiace 2 volte!... (Perche' cosi' le braccia restano a terra per un pezzo!... O per sempre!...)...

Nani Marcucci Pinoli Mauro, leggi bene! Anch'io non ho dato del 'ciarlatano' a nessuno, Ti ho solo chiesto di non informarTi da un 'ciarlatano', perche' sono tanti quelli che lo somo!... Quanto a Te, mia cara Valeria, io 'metto in mezzo destra e sinistra', perche' io li ho vissuti attivamente quei tempi! Ed ero di sinistra!... Non solo: ero uno dei pochissimi che non avevano alcuna convenienza ad esserlo!... Segno che ci credevo sul serio! Ma, allora, mi sono battutto per una scuola seria, per i voti alti sudati... E non per i 18 politici di chi non sapeva niente, ma arrivava agli esami con il "Manifesto' (di Mark, non il giornale!) in tasca! E poiche' nella mia vita ho sempre riconosciuto i miei errori, ora dico che fu un errore! Anche se le motivazioni potevano essere anche giuste e in parte condivisibili! Per Chi non lo sapesse: si diceva che il sistema meritocratico premiava i ricchi, che avevano le possibilita' di andare nelle scuole mihliori... (Segue)

Nani Marcucci Pinoli ‎... ( Segue)... nelle scuole migliori, nelle Universita' piu' esclusive... avevano la possibilita' di avere le lezioni private... E poi si diceva che i ricchi erano privilegiati anche perche' in famiglia erano agevolati... con genitori piu' colti... E anche che cosi' si creavano una specie di 'servi della gleba', perche' i figli dei contadini e degli operai avrebbero di certo continuato a fare i lavori dei padri e i figli dei ricchi le professioni migliori dei Loro genitori. E, naturalmente, in parte era vero e giusto! Ma si fece un errore per me tremendo ( e lo dicevo e scrivevo piu' di 40 anni fa'!...) : invece di puntare sulla meritocrazia (ricchi e poveri che fossero), naturalmente cercando di aiutare economicamente i meno fortunati... Ma dando tutte le opportunita' possibili solo ai meritevoli, i volonterosi, i bravi... Ma non a tutti!... Invece decisero che tutti o i piu' potevano e dovevano laurearsi o diplomarsi!... Cosi' si passo' dalla meritocrazia alla mediocrita'!... E senza alcun vantaggio, perche' poi la selezione e la meritocrazia si e' spostata al dopo laurea... nella vita!... E intanto c'e' stato un inevitabile calo di preparazione e di cultura!... (Detto in poche parole!)

Augusto Salati Sono dasccordo con te Nani che molto del male attuale derivi dal 68, per fortuna in quei periodi si sono salvati quelli che avevano davvero voglia di studiare ma la massa era più o meno adagiata sul voto politico. Non solo la scuola era della sinistra ma anche la cultura era in mano a questi signori. C'era stato una specie di tacito accordo fra le grandi forze politiche: a voi la cultura che a noi serve a poco e a noi l'amministrazione dello Stato. Poi sappiamo tutti cosa è avvenuto: quello che doveva essere una democrazia, è diventata soltanto nelle parole, in realtà tutto è sprofondato nella "dittatura" della cosidetta libertà che non era ed è nient'altro che l'esaltazione del denaro, del successo, del potere ecc, e questo non è né di destra né di sinistra, semplicemente alla gente non piace impegnarsi, è troppo faticoso, vuole stare bene senza guadagnarselo. Forse sono troppo ingenuo ma ora credo che per risollevare la Cultura e quindi la Società bisogna istituire una scuola parallela fffformata da insegnanti veri, non quelli che "insegnano" per quel misero stipendio. Insegnanti come quelli del primo novecento per intenderci, che possano formare delle classi dirigenti preparate, sia nell'indusria sia nella politica, nell'economia e tutto il resto. Sento già colonne sonore di ingiurie, i ricchi, i poveri, ecc ecc. Ma questo credo che sia il primo punto per ricominciare a sperare. Serena serata.

Nani Marcucci Pinoli Grazie Augusto!... Mi fa piacere trovarTi, oggi, sempre d'accordo! D'altronde sono analisi obbiettive... Tanto piu' che allora ero presente e di dinistra!... Ora possono venire a raccontare cio' che vogliono... ma allora sono dei "ciarlatani'! ... Bisogna sapere ammettere i propri errori!

226) LEGGO : ASTA DA 'URLO'

PER MUNCH 120 MILIONI DI DOLLARI DA SOTHEBY'S
(Un disegno!)

Ebbene: io amo l'Arte, mi piace tantissimo quel Disegno... e sono per il libero mercato... MA !...

Ma c'e' un limite a tutto!...
Il primo pensiero che ho avuto - lo confesso! - e' stato: "Una somma che farebbe stra-super-felici 120.000 artisti, che, come si sa, non sempre navigano nell'oro!!!

Poi ho pensato che in fondo ho fatto sempre bene io a "pre-scindere" l'Arte, le Opere degli Artisti e perfino il mio stesso "amore" per l'Arte da tutto quello che e'... 'soldi', 'valutazioni venali e non artistiche', 'mercato'...
(Attenzione: quando Munch ha fatto quell'Opera, Lui era disperato e quel disegno valeva 4 corone "...)

Poi, pero', ho continuato a pensare... inevitabilmente!...
... Dunque $120.000.000...
Circa 120 milioni di Euro...
240 miliardi di vecchie lire!...
(Molti avrebbero difficolta' a scrivere una tale somma in cifre... con numeri arabi... In numeri romani non saprei neppure io !!!... Rido!...)

Beh, per me, e' semplicemente IMMORALE.
Con 120 milioni di Euro, in molti Paesi dove sono vissuto, si salverebbero dalla fame circa 120 mila persone per un anno o 1 milione e duecentomila bambini da malattie mortali, tipo lebbra, ecc. Eh?!...

Noooooooooooooooooo...
dico io! Ma di certo l'avrebbe detto anche Munch !... Avrebbe fatto un altro 'URLO' disperato !!!...

Per me, queste somme andrebbero TASSATE al 99% !
... E il ricavato distribuito tra Chi fa la fame (vera) e quei bimbi che soffrono senza speranze!... Altrimenti le varie religioni, le Loro giustizie, democrazie, uguaglianze, solidarieta'... ecc. ecc. a tutti i "responsabili" di queste orrende ingiustizie e a chi li difende, gliele farei mangiare un giorno si e uno no, in alternanza con un pezzo di pane. Ma veramente!

Franca Franceschi ‎..e non me ne vergogno: a me quel quadro non piace.

Nani Marcucci Pinoli Quel quadro e' bello! E Ti saro' sincero, (ma non me ne volere... e' piu' forte di me!), invece di 'non vergognarTi', dovresti studiare, conoscere!... Non si puo' giudicare se non si sa... non si conosce! ... O no?!... Come avrei potuto amare mia moglie se non l'avessi prima conosciuta? E poi, secondo me, non si puo' dire "e' brutto"... a meno che non si si un grande critico (e poi e poi !); ma si puo' quasi sempre dire "non mi piace"... A meno che... si tratti di un' Opera che piace a TUTTO IL MONDO... ai piu' famosi intenditori, critici, esperti, appassionati e collezionisti... Non si puo' e si passa anche da presuntuosi! ... Per me, l'atteggiamento giusto sarebbe quello di chiedersi come mai piace cosi' tanto un'Opera che io non capisco?!... Ed ora vorrei tanto mettermi a spiegare quel Capolavoro... Fino a farTelo piacere come piace a me!... Ma ci vorrebbe troppo! E qui, poi, non e' il caso!... Ma se vieni a trovarmi Ti assicuro che ce la mettero' tutta per farTi ricredere!... E' davvero un grande, fantastico Capolavoro!!!... E potrebbe valere anche di piu'... Se non ci fossero persone che MUOINO DI FAME e BAMBINI CON MALATTIE MORTALI ma CURABILI ...Capito bene?!... E per me, che amo l'Arte come pochi (non e' presunzione, perche' pochi hanno sempre acquistato, come me, fin da ragazzo, Opere d'Arte!), quei Capolavori valgono moltissimo, ma mai una sola vita umana!

Jackie Crapanzano acquistare opere famose è anche un modo di lavare soldi.a me Miunch me piace e ogni singolo artista Klimmt,Van Gogh;Toulouse ecc perche hanno dipinto cose diverse in ogni capolavoro c'era l'anima del artista che osava a fare cose diverse forse anticipandose all'epoca in cui viveva. .è più facile fare queadri conformisti(capiti dal vulgo,come paessaggi,madonine ecc che vendere per fare un arte tutto nuovo.loro erano disperati ma con il tempo e dopo morti sono stati descifrati,capiti.se dovrebbe educare alla gente fin de bambini alla cultura e estetiche contemporanee ,cosi l arte viene compresso e gli artisti valorati in vita.a me dispiace per tanti bambini che muoiono.io stessa faccio fatica ,ma me da pena che Van Gogh solo ha vendiuto nella sua corata vita un quadro al suo dottore Gachet...parlo degli artisti che soffrono in vita e dopo morti le sue bellisime opere vanno alla estratosfera con

Jackie Crapanzano quelli prezzi

Jackie Crapanzano educare nella parte civile e anche nella sensibilità che apre coscienza

Francesca Tombari Scrive Amo quel quadro per ciò che rappresenta per la eccezionale capacità che l'artista ha avuto nell'esternare il suo stato d'animo è potente e ti dirò che diverse volte mi sono soffermata guardando ogni sfumatura, il vuoto degli occhi, il rosso del cielo striato di azzurro e quell'uomo dietro quasi invisibile perchè completamente rapito dal viso trasfigurato dal terrore che chino e indifferente guarda al di la del ponte ho spesso pensato a quali fossero i suoi pensieri ......Quanto al prezzo è vero una somma esorbitante, spaccona e brutale se si pensa a quel che si potrebbe fare con quei soldi, ma l'uomo ha dato spesso, troppo spesso, uno strano valore alle cose ed alle vite umane, nel 1832 bastavano 500 dollari per acquistare uno schiavo che poi per il suo padrone valeva per il sudore versato e per i figli che riusciva a procreare, la sua vita valeva nulla, ed oggi che giustamente ci s'innoridisce davanti ad un bambino morente, per chi potrebbe veramente fare qualche cosa gli si da lo stesso valore, anzi meno. Hai ragione Nani è un'ingiustizia , una vergogna ma atavica nell'uomo.

Nani Marcucci Pinoli Cara Francesca, come diceva Hobbes: "gli uomini conoscono i prezzi, ma non il valore..."!

Francesca Tombari Scrive Mmmm tempo che gli uomini impongano il valore facendone il prezzo ...purtroppo

Cristiano Rago Il devoluto della vendita servirà alla costruzione di un museo di Munch in Norvegia e quindi già il gesto di questo misterioso compratore la dice tutta ....viva l'arte in tutte le sue sfaccettature.La domanda provocatoria che io porrei è come mai in una società come la nostra fa più notizia la vendita di un quadro famoso che invece la morte di un imprenditore che si suicida per disperazione causata da questa crisi...L'urlo di Munch è talmente attuale ancora oggi perchè esprime un linguaggio e un gesto tangibile a tutti e tocca il cuore di tutti.La differenza non la possono fare i giornalisti ho il mondo della cosidetta critica d'arte ma la possiamo fare noi artisti con il nostro cercare di esprimersi e lasciare un messaggio immortale nel tempo come ha fatto Munch.

Nani Marcucci Pinoli Beh, posso dire che io sui tanti suicidi ho scritto molti articoli e moltissimi commenti, mentre su questo 'caso' un solo commento: quello di oggi!

Augusto Salati Caro Nani, non c'è stata altra volta (forse) che sono d'accordissimo con ciò che dici, suoni di violino per le mie orecchie e per i miei semntimenti. Nessuno mette in dubbio il valore (non venale) di quel grido muto ma alto che inquieta, ma è tragico che tutto oggi sia rapportato al denaro, al potere, al successo... Non dico altro per non ripetere quello che hai scritto così bene tu.

Nani Marcucci Pinoli Grazie! Anzi, grazie due volte! Perche' detto da Te!... Vedi... aggiungo una ulteriore riflessione : quando il "VALORE" e' talmente alto, a mio avviso, non ha più' prezzo!... Come sempre faccio un esempio (facile, terra terra, ma calzante e facilmente comprensibile e condivisibile!) per farmi capire meglio : quale sarebbe il "prezzo" di un figlio per qualsiasi madre (sana di mente, perche oggigiorno...)? Esiste una cifra, per quanto esageratamente enorne, per la quale una madre farebbe uccidere un proprio figlio?! No di certo! Ecco cosa sono i VALORI, veri! A paragone Loro i prezzi... svaniscono! Spero di essermi spiegato abbastanza.

Cristiano Rago Caro Nani il mio commento non è rivolto a te....anzi seguendoti di volta in volta quando posso ho notato in te un grande passione e forse sei uno dei pochi che con le tue provocazioni intellettuali rimani il più attuale di tutti più di molti altri che toccano argomenti più grandi di loro senza capirne non solo l'essenza ma incoraggiando solo a fare pittura ho scultura ho qualsiasi formula tecnica che si voglia senza preoccuparsi di dare una anima che possa bella ho brutta che sia lasciare un messaggio e un segno tangibile in mondi che attualmente diventano sempre più tortuosi e difficile da poter cercare di essere se stessi come uno vorrebbe. Percorrere una strada come quella dell'arte non sarà per niente facile anzi ti presenterà in faccia lo specchio di quei artisti dannati che pur sapendo di andare contro corrente hanno dato la vita per credere nel propria idea e il bello oggi non possono reclamare giustizia e pure sono qui assieme ha noi ha guidarci e a invitarci a lasciare un commento come fai tu Nani.

Nani Marcucci Pinoli Grazie, Cristiano!

Claudia Conventi Aver acquistato una versione de "il grido" si capisce che e' per investimento. I ricchi sono ricchi anche in tempo di crisi e a pensarci bene tutti noi potremmo rinunciare al superfluo per "donare" al nostro prossimo indigente ma non fa clamore se uno spende 400 € per un paio di scarpe. Riguardo all'opera in questione penso che meriti meno considerazione, sembra un bozzetto preparatorio.

Cristiano Rago Rispettare una concezione vuole dire appartenere ad una società di alti valori umanistici....non sempre e cosi'...ceracare di dare una opinione e giusta ma non deve essere troppo invadente o puerile so no si rischia di essere altrettanto.Prima di giudicare una opera bisognerebbe cercare di capirla è già e cosa difficile perchè l'assenza del defunto Munch non può rivendicare il suo pensiero ma grazie a dio la sua formula di linguaggio e tal mente tangibili che una parziale lettura si potrebbe azzardare.Percursore esprezionista e simbolista per scelta Munch tocca argomenti difficili da poter dipingere con tutta la loro forza...temi come l'amore,morte,paura ecc sono argomenti che non solo appartengono a tutti noi e attualisimi ma sono il tormenttone dell'artista che ha una vita piuttosto travagliata e che la morte lo perseguita .Famiglia amici e se stesso sono travagliati da una vita di dolore e morte .Munch se non sbaio era malato e la morte era la sua compagna di vita giornaliera e cercava di farla sua convincendosi che faceva parte di percoso della vita e a si andava oltre ....Non era una vittoria su di essa rappresentandola ma era un modo di farsene una ragione e invitava a chi guardava a non guidicare senza conoscermi perchè io vivo una vita cosi'.Educare ha rispettarte l'idea di un'altro e cosa difficile ma non impossibile diventare un 'artista e un dono.

Nani Marcucci Pinoli Certo! Su quel Capolavoro sono stati scritti centinaia, forse migliaia di libri e versati fiumi d'inchiostro... Per un piccolo disegno !!!... Ci sara' una ragione!!!... O no?

Cristiano Rago ‎, raffigurare uno stato d'animo piuttosto che una realtà esterna non è da tutti... periodi travagliati come il suo non penso che lo potremmo capire soprattutto quando affronto' il periodo del nazzismo...la sua caparbietà di gridare al mondo dell'esistenza di valori come l'amore e la sofferenza sono dovuti dal fatto che lui non ha avuto una educazione corretta sia da un lato di conoscienza di come affrontare la vita sia anche come un travaglio dal lato sessuale che scottato e non preparato lo porta sempre a fotografare il suo stato d'animo in tutte le sue fasi della sua vita...

Nani Marcucci Pinoli Bravo!

Cristiano Rago Ti ringrazio per avermi regalato un momento di riflessione.....ciao Nani

Nani Marcucci Pinoli Prego! Un piacere!

Augusto Salati Se non fosse stato così non sarebbe stato un genuino espressionista. nAl dilà della sua vicenda personale per altro veramente travagliata, la sua sensibilità lo ha poortato ad avvertire l'approssimarsi della guerra. C on i suoi colori lividi e brutali riflette sulla vita e sul suo senso, su valori oggi affossati, come il sacro, la morte, la solitudine, l'amore. Una pittura feroce la sua come dovrebbe essere oggi.

Nani Marcucci Pinoli Certo!

Marcella Gennari stavolta...m'hai commosso..:) Una stretta di mano forte!!!

Nani Marcucci Pinoli Ma... dici a me?!...

Vincenza d'Augelli La solitudine e l'angoscia esistenziale sono tutte concentrate in quell'urlo esasperato .E' un opera bellissima per queste lunghe pennellate e accostamenti cromatici forti che conferiscono uno stato emotivo di angoscia.Purtroppo vedo che da una parte ci sono artisti che vivono una realtà di profonda solitudine e dall'altra c'è un mondo favorito dalle ambizioni finanziarie di milioni di persone interessate solo alle quotazioni delle opere e concordo con te carissimo Nani che non è giusto spendere tanti milioni quando ogni giorno tante vite muoiono per la fame,muoiono perchè prive di cure mediche e tutto questo a causa di un mondo sbagliato.

Nani Marcucci Pinoli Più' che giusto: vero!... E con quel piccolo disegno Lui ha descritto, ha detto, ha denunciato, ha "gridato" la sofferenza di milioni di persone, disperate e abbandonate a se stesse, più' che con mille libri di denunce e lamentele!...

Iaia Palazzetti Nani Marcucci Pinoli bella risposta...come disegneresti un immenso codone di paglia?

Nani Marcucci Pinoli Spiegami bene e poi Ti dico!...

Iaia Palazzetti ti spiego: io sono un "politico" ma sarei entrata a testa alta nel ristorante, credo che chi si senta piccato abbia un bel codone di paglia!

Nani Marcucci Pinoli Giusto! Non avevo capito che Ti stavi riferendo al 'caso del Ristorante dello Chef di Fermignano'!... Certo! Il 'codone di paglia', non tutti, ma molti politici dovrebbero averlo! Detto questo, a mio avviso, in questo momento e a questi 'bassi' livelli, non e' più' cosi' facile distinguere i pochi onesti, dai tanti disonesti, corrotti, egoisti, ecc. ecc. Pertanto io - ma infatti non sono un politico! - darei subito le dimissioni!... E non lo dico per fare il bravino... con la 'pelle' degli altri! ... Per molto, molto meno ho sempre dato subito le dimissioni (definitive e irrevocabili) da tantissime, praticamente tutte le tantissime cariche, presidenze e 'partecipazioni' ovunque avessi sentito o avvertito l'ombra, anche lontanissima, di pur insignificanti 'punti oscuri' o 'comportamenti' non limpidi!

Nani Marcucci Pinoli Comunque, ancora Ti devo una risposta! ... Io non perderei mai il mio tempo per disegnare una "coda di paglia"!... Amo gli uomini con altri attributi : dignita', serieta', onesta', onore e onorabilita'... Se li guardi bene, perfino i miei Manichini - che sono i simboli delle negativita' umane! - eppure, nonostante tutto, se li guardi bene... (Perche' gli altri non sono neppure da prendere in considerazione... Non sono uomini!...)

Iaia Palazzetti Nani, i tuoi manichini sono solo un po' spaesati, ma non trasmettono negatività! Cerca loro una guida e se la trovi avvertimi, magari mi accodo!!!!

Nani Marcucci Pinoli Le differenze di opinioni !... Tutti dicono che sono 'angosciati' e soprattutto 'angoscianti'!... Ma il bello e' proprio in questa liberta' di percezione e di... "trasmissione"!... "Spaesati" non me lo aveva mai detto nessuno, ma... mi piace!... Grazie

... Non e' che questa storia dell' EDUCAZIONE... incomicia a darmi dei problemi seri ?!...

Franky Borel ahhahahaha che foto fantastico!!! 

Annarita Viscido ahahaahahahahah...ma no è solo un'impressione.....

Nani Marcucci Pinoli No, no ! Sono proprio cosi'!... Sempre peggio!...

Filippo De Mariano conosco questa espressione, mi porta a bei periodi, quando il progetto Alexander era un cantiere di idee...ahahahhahahhaha, grande NANI

Nani Marcucci Pinoli Grazie! Ma continua ad esserlo! E lo sara' sempre di più'!... Vedrai!... Comunque grazie 1000 !

Simona Bramati ahahahah!!la mia foto preferita!!

Nani Marcucci Pinoli Grazie! Mi devi vedere... 'dal vero'!... Sono molto peggio !!!...

Cristina Taioli Sei sempre un signore gentiluomo

Pelillo Roberto l'Educazione....mmmmm....terreno minato, buonanotte caro Nani Marcucci Pinoli

Nani Marcucci Pinoli Grazie! Ma... attenta, che potrei crederci e montarmi la testa !...

Nani Marcucci Pinoli Mio caro Roberto, ai miei tempi, gia' alle Medie e più' approfonditamente al Liceo, si studiava seriamente l'EDUCAZIONE CIVICA e quindi anche la Costituzione Italiana, che e' un po' la Bibbia per un buom Cittadino, ma anche per un politico!... Ma ora in molte scuole non c'e' neppure nei programmi e comunque non si studia più' seriamente! E da quanto sento, leggo e vedo, ben pochi la conoscono e pochissimi la seguono e si adeguono. Ecco! In questo senso tutti noi possiamo impegnarci... con tanta costanza e tanta umilta'! Buona notte anche a Te, mio caro Roberto!

Augusto Salati Bella questa! Il futuro dei nostri antenati ci aspetta al varco dell'alienazione. Ironia ironia ironia!!! Ciao Nani, sto preparando le colonnine per i miei giocattoli seri...

Nani Marcucci Pinoli Bravissimo! ... Comunque... AUTOironia ! Perche' "tutto e' niente"!...

Augusto Salati No dai! "tutto è niente" no! Noi siamo realisti e l'ironia che aiuta a scaricarci i brutti umori, fa parte della nostra vita. W il mondo così com'è!

Nani Marcucci Pinoli EccoTi una storiella ... "Un curioso, al funerale dell'ex piu' ricco del mondo, chiese : 'ma quanto ha lasciato?'... Risposta: 'TUTTO!' !!!" ...

... Non e' che questa storia dell' EDUCAZIONE... incomicia a darmi dei problemi seri ?!...

221 bis)... (Segue il 221)

"DE LORENZO VEDOVI"... 
Lo Chef di Fermignano.

Non perche', avendo fatto l'avvocato, abbia la mania di difendere tutti a spada tratta (e soprattutto i piu' deboli!),
ma per amore del vero e del giusto... torno in argomento!

Ritengo che proprio non sia giusto, anzi meschino, cambiare la verita' ! Non si puo', ne' si deve fare MAI.

Ebbene, qui si e' fatto e lo si continua a fare. Una prova :

Lo Chef Vincenzi, nel Suo ormai ben noto 'Cartello' esposto fuori del Suo Ristorante ha testualmente scritto : 
"A tutti i rappresentanti di partiti politici ad ogni livello di qualsiasi incarico,
SCUSANDOCI ANTICIPATAMENTE CON LA LORO PERSONA PRIVATA,
PONIAMO IL CONSIGLIO
DI NON ENTRARE ED EVITARE LA FREQUENTAZIONE DEL NOSTRO LOCALE, visto che..."

Quindi NON HA VIETATO L'INGRESSO A NESSUNO, 
ma, scusandosi anticipatamente, ha solo 
'posto un consiglio'.

INVECE : 
1) Nei titoli dei giornali ho trovato : "FUORI I POLITICI"... "LO CHEF CHE CACCIA I POLITICI DAL SUO LOCALE"... "LOCALE VIETATO AI POLITICI"...
2) E nelle "scomposte" reazioni dei vari politici, anche oggi trovo :
"Leggo con sconcerto la notizia di quel ristoratore che ha deciso di VIETARE L'INGRESSO ai politici nel suo locale'... E cosi' tanti altri!

Ma non e' vero, non e' esatto, non e' cosi' (l'ho dimostrato sopra) e c'e' una bella, grande e importante differenza!...

E poi seguono auto-difese, argomentazioni, attacchi, minacce che non fanno onore ai politici e che dimostano quello 'scollamento' di cui ora tutti parlano e che ha portato alla misera percentuale del 2-2,5% l'indice di consensi e gradimento dei politici italiani.
Tutti a difendersi, ad autoreferenziarsi, a dire quanto sono bravi Loro...
Ed io lo posso anche credere, perche' anch'io sono dell'idea che non si possa e non si debba fare 'di tutte le erbe un fascio'... Ma qui non era e non e' di certo il caso di offendersi, minacciare (non faremo piu' venire...) o ridicolarizzare (un cittadino che evidentemente e' esasperato!), ecc. ecc.

E siccome non amo solo criticare... diro' quello che mi sarei aspettato da un buon, vero Politico (con la 'P' maiuscola, serio ed 'utile' ai Suoi concittadini ed elettori) e poi, d'altronde, quello che io stesso avrei fatto al posto Loro : " MI SAREI CHIESTO LE RAGIONI DI UN COSI' FORTE 'GRIDO DI DISPERAZUONE' E SAREI ANDATO DAL SIGNOR VEDOVI A CHIEDERE QUALI FOSSERO LE RAGIONI DI TANTO MALCONTENTO... CERCANDO DI CAPIRE... E QUINDI GLI AVREI CHIESTO COSA AVREI POTUTO E DOVUTO FARE PER LUI E PER I SUOI PROBLEMI. E INFINE MI SAREI BATTUTTO PER RISOLVERLI... A COSTO DI DARE LE DIMISSIONI.".

Meglio, piu' utili (e... anche piu' onorevoli! ) le dimissioni di un Politico, che tanti suicidi.
(Ma io non sono, ne' saro' mai un politico!)

Claudio Montanari Ottima riflessione. Concordo in pieno!

Nani Marcucci Pinoli Grazie!

Augusto Salati Caro Nani, a costo di sembrare scocciatore mi fa piacere che tu abbia toccato con mano che come molti politici anche igiornali e quindi igiornalisti, sono una sorta di mafia al servizio delle proprietà, in questo caso per vendere di più. Sono caste al servizio dei poteri cosidetti forti, ne più né meno che i politici le banche, le amministrazioni e chi più ne ha più ne metta. Concordo con la tua riflessione, purtroppo si vive di bugie per comodo o per opportunismo

Francesca Tombari Scrive La tua Nani è la reazione di un uomo non di un politoco, purtroppo sempre più spesso ci si trova difronte ad uomini che si sono spogliati della loro umanità per divenire astratti politici che non hanno più la capacità di confrontarsi con il singolo cittadino, con i problemi del quotidiano. Politici che hanno perso la motivazione e lo scopo del loro incarico che non hanno idea di come e dove vivono i cittadini che rappresentano. Quindi conconcordo pienamente con cio' che dici, la prima reazione giusta, logica, meritevole e intelligente era quella di andare a domandare il perchè di una tale forte, teatrale reazione di uno chef che vive con i clienti che entrano nel suo locale e nonostante questo ha dichiarato di rinunciare ad una parte della clientela ed al conseguente guadagno pur di far comprendere la gravità della situazione in cui vive e viviamo tutti noi.

Nani Marcucci Pinoli Beh, caro Augusto, Tu sei anke piu' "feroce" e pessimista di me! Pur non essendo un giornalista professionista, ho scritto in tantissimi quotidiani, settimanali, mensili e periodici (forse anke di piu' di qualke giovane giornalista professionista!) e soprattutto ho tantissimi amici fra i giornalisti, dai piu' famosi e noti ai piu' 'riservati'!... Ebbene, devo e posso proprio dire che anke e soprattutto in questo caso, non farei di certo 'di tutte le erbe un fascio'!... Anzi! E' una delle poke categorie dove tantissimi hanno affrontato pericoli (specialnentd

Nani Marcucci Pinoli ‎(Caspita, mi e' partito! Una rabbia!... Pardon!) ... (Continua)... pericoli (specialmente gli inviati speciali!), licenziamenti, ecc., proprio per la liberta' di stampae la Loro dignita' personale! E questo anke qui... nelle nostre 'piccole' realta' locali. Pero' le eccezioni ci sono... E anke tante cause ... 'esterne' o ... 'particolari'... Ad esempio, nel nostro caso in esame... per colpa dei 'titoli' "... E qui Ti do' ragione!... Spesso per attrirare l'attenzione o perfino per fare vendere di piu'... mettono dei titoli 'ad effetto'... ke poi, a volte, non c'entrano niente con il contenuto dell'articolo! Ma qui, come certo sai, i giornalisti non c'entrano assolutamente niente, perche' non sono Loro a scrivere i titoli... Neppure dei Loro articoli! ... Ed anke in questo nostro caso io ho riportato solo i titoli... che pero' sono anke quelli ke colpiscono di piu' e di piu' restano in mente"... Ma l'obiettivita' dei nostri quotidiani, la potrai constatare domani, se uscira' su un quotidiano locale, quel mio intervento sullo Chef di Fermignano !

Vincenza d'Augelli Concordo anch io in questa tua riflessione caro Nani....Questo chef di Fermignano ha tutta la mia ammirazione per il suo coraggio,vedi così significa davvero cominciare a fare qualcosa e in tutto questo non ci vedo maleducazione nè violenza visto che si è trattato di un semplice consiglio Siamo scoppiati non ne possiamo più ruberie privilegi e scorrettezze,cresce l'antipolitica e loro continuano con la doppia faccia..........

Nani Marcucci Pinoli Cara Francesca, mi fa molto piacere trovarTi, questa volta, d'accordo con me!... E con quasi tutti gli Italiani!... Devo dirTi ke in questi mesi di severe, sentite e giuste critike ai politici, ho meditato a lungo su questo fenomeno "anomalo" e "strano"!... Sempre addirittura un paradosso, un ossimoro, un controsenso... Proprio Loro ke hanno bisogno di consensi, ke vanno in cerca dei voti... poi scontentano i Loro stessi elettori o potenziali 'votanti'! ... Ebbene : mi rifiuto di pensare ke siano degli incapaci o degli ingenui... Molti Li conosco... E poi... non sarebbero arrivati fin li' !.. In... "carriere" non certo facili ! (Dove le gomitate, i colpi bassi, anke fra 'colleghi' dello stesso partito non mancano mai!). Allora si potrebbe pensare al danaro, all'interesse... E come diceva Andreotti : "A pensare male si fa peccato, ma ci s'indovina!)... Ma non credo che srmpre e che tutti abbiano queste 'motivazioni'... Sete, fame e 'assuefazione' di potere?!... Certo, potrebbe anke essere!... Ma non sempre!... E allora?!... Beh, io sono arrivato, con le mie elucubrazioni personali, ad una mia teoria : la Storia italiana!... Purtroppo per circa ben millecinquecento anni (15 secoli!) abbiamo dovuto subire le dominazioni straniere... Dove i 'politici' governanti erano i 'padroni' e gli 'amministratori' erano le "Autorita'!" !!!... Non c'e' mai stata da noi l'idea - come nei Paesi sempre liberi e autonomi, come in quasi tutta Europa - e la convinzione che i 'politici', i 'governanti', i 'funzionari sono e debbano essere al servizio dei Cittadini... E che sono 'pagati' da tutti i Cittadini proprio per fare i Loro (dei Cittadini!) interessi. E di certo non i propri!... Ma qui non e' certo cosi'!... Qui si sentono di potere e dovere comandare, ordinare, pretendere... Come dei veri e propri antichi "padroni"... E cosi' perdono i contatti... si "scollano"dalla realta' e dai Cittadini... dal Popolo (ex Sovrano!)... Al punto ke ora siamo arrivati al colmo dei colmi : si difendono e anzi vogliono ragione sul parere univoco di circa 57 milioni d'Italiani"... Se e' vero, come e' vero, ke ormai hanno al massimo solo il 2,5% dei consensi di noi Italiani ? ... Altri ne prenderebbero atto!... Loro no. Non uno ke dica : "forse abbiamo sbagliato... ci stiamo sbagliando... io non voglio starci piu'... Io do' le dimissioni!" !!!... O no?

Nani Marcucci Pinoli Vincenza... anke Tu d'accordo!... Ormai penso che tra noi 'comuni mortali' e 'uomini della strada' - come ci chiamano Loro! - ci sia sintinia e uniforimita' di giudizi. E ormai sono solo Loro a "autodifendersi", "autoindignarsi", "autorefersnziarsi"!... Mia cara, ma quando vorranno incominciare a stare a sentire... ad ascoltare, a cercare di capire, a "partecipare" al coro delle lamentele?!...

Michela Pacassoni Andro' a mangiare al locale del Vedovi. Mi son complimentata con lui. Pubblicamente nella sua bacheca.

Nani Marcucci Pinoli E hai fatto bene! Perche', dispiace dirlo, ma ha avuto coraggio !

Ilaria Baldi Trovo che questa diatriba sia molto in linea con la tua battaglia per promuovere e difendere l'educazione: i giornali diffondendo inesattezze macroscopiche, per vendere più copie, mistificano la realtà ottenendo solo una scomposta reazione di chi con un comportamento irresponsabile alimenta il preoccupante malcontento della gente " normale " costretta a subirne le prepotenze. Prepotenza, arroganza e mistificazione stanno ormai alla base di una politica senza più regole e dove non ci sono ne regole ne verità non possono esistere educazione e rispetto!!!!!

Michela Pacassoni Un grande. E tutte le risposte sul giornale di politici locali contro, anzichè capire di azzerare e ricominciar daccapo per il bene comune..ehhhhhh....siamo alla frutta, anzi...siam proprio all'ammazzacaffe'"

Nani Marcucci Pinoli Certo, Ilaria! Hai colto nel segno! Anke tutto questo ci richiama al mio 'problema' dell' EDUCAZIONE.
Perche' noto arroganza, immodestia e prevaricazione in molti comportamenti! Come ho detto nel nostro PRIMO INCONTRO sull'EDUCAZIONE, qui all'ALEXANDER MUSEUM, se uno parla di "diritti", deve poi ricordare anche i "doveri"! (Anche quelli trattati nella nostra Costituzione!... Ne parleremo nel SECONDO INCONTRO, martedi 29 p.v.). E cosi' se si parla di 'LIBERTA e DEMOCRAZIA' e si vuol potere dire cio' che si vuole e per di piu' si pretende di essere ascoltati, poi si devono riconoscere gli stessi diritti negli altri... e quindi bisogna ascoltarli. E soprattutto i politici dovrebbero sapere ascoltare... Anzi, devono ascoltare TUTTI. Anche e perfino e soprattutto quelli che protestano!...

Michela Pacassoni Nani for President forever!!!!

Nani Marcucci Pinoli Michela, Michela!... Smettila di prendermi in giro !!!

"LA MELA MARCIA" (CONTAMINAZIONE)

Nani Marcucci Pinoli Uno dei miei "GIOCHI" ... 'provocatori' !!!... Forse lo esporro' , fuori concorso, alla Mostra sull' EDUCAZIONE ( e MALEDUCAZIONE!) del 6-8 luglio, qui all' ALEXANDER MUSEUM !...

Nani Marcucci Pinoli La maleducazione... "contamina"!... E' "contaminante"!... Anche per questo "dilaga"... e' "dilagante"!!!...

Francesca Tombari Scrive Cercando di pensare sempre positivo perchè l'educazione è positiva ti suggerirei di "smacchiare" quel rosso vermiglio del piede del contaminante manichino così che la speranza di ritrovare la buona educazione, seppur dal basso, s'insinui piano piano anche in lui, dando così anche ai bianchi puri "educati" manichini la possibilità di ribellarsi all'infestante, dilagante, contaminante maleducazione.

Nani Marcucci Pinoli ‎... "Fallo Tu!" rispose una volta il grande Picasso in un caso analogo! (Scusami, ma forse oggi non mi gira!)

Francesca Tombari Scrive E vabbe' ci sono giorni neri e giorni rosa giusto per rimanere in tema....e non si apprezzerebbero quest'ultimi se prima non si fosse passati attraverso i neri 

Nani Marcucci Pinoli Certo! Da brava 'donna' preferisci le "quote rosa"! (... Aiuto!!! E' solo una battuta!)

225) ASSUEFAZIONE !!!

Io incomincio a pensare che ormai ci siamo abituati e non ci facciamo piu' caso...
Non ci meravigliamo piu' di niente!... E cosi' non ci scandalizziamo, non ci indignamo...
(Forse io, avendo vissuto tanti anni all'estero, ci faccio caso!... Eccome!)

1) - Abbiamo il 12% dei nostri Signori "Parlamentari" INDAGATI per reati gravi.

2) - Praticamente non c'e' partito politico italiano che non abbia almeno un suo politico INDAGATO.
(Per aprire un negozio di lustrascarpe e potere LAVORARE tutti noi Cittadini italiani dobbiamo avere la famosa 'FEDINA PENALE' pulita... immacolata !!!)

3) - Ieri Bossi ha dichiarato che si ri-candidera'... 
PER IL BENE DELLA LEGA E DELL'ITALIA !!!!!!! ........
Ma quanti giorni sono passati da quando Lui stesso si e' dimesso x fatti personali e familiari gravissimi !!!
(Perche' i soldi 'rubati' non erano della Lega, ma degli Italiani, che li avevano versati con le Loro tasse!)
Ma davvero pensa che gli Italiani siano tutti arteriosclerotici, affetti da Alzeimer o da demenza senile da essersi gia' scordati tutto nel giro di pochi giorni?

4) - Comunque ieri sia Bossi che Maroni sono stati contestati... Ma attenzione: non dagli oppositori ! No!...
Dai Loro stessi leghisti !...

5) - A Torino idem ! Fassino e' stato contestato dai Suoi!... Non dalle destre, ma da quelli del PD !!!...

6) - Ieri il Governo dei TECNICI, nominati dai politici che non erano piu' in grado di governare, venendo quindi meno ai Loro poteri e doveri... ebbene i famosi TECNICI hanno nominato, non riuscendo da soli a risolvere i propri compiti, hanno nominato altri 3 TECNICI esterni! (Naturalmente super pagati!)
Beh, non ho parole !!!
Siamo alle 'comiche'!!!...

7) - Ieri tutti - politici e sindacalisti - ancora parlavano dell'art 18 !!!
Forse non si sono accorti che le fabbriche stanno chiudendo, fallendo o addirittura bruciando...
E ci sono Imprenditori che si suicidano...

E ancora c'e' qualcuno che non capisce la ragione dello spread, del declassamento da parte delle Agenzie di rating, del perche' gli stranieri non investano in Italia !!!

Io non so piu' se ridere, piangere, mettermi le mani nei capelli, disperarmi, imprecare...
Di certo mi vergogno... soprattutto quando parlo o 'mi scrivo con' gli amici stranieri... I quali non riescono neppure a capire!... E io devo sforzarmi di spiegare che qui non tutti siamo del tutto cretini !!!...
(Ma non e' facile, quando Ti chiedono perche' alcuni partiti hanno cambiato 5/6 volte il nome, ma i loro politici sono rimasti sempre gli stessi !!")

Annarita Viscido cosa vuoi che se ne importano, loro hanno le loro belle poltrone superpagate....possono rubare e non essere condannati...al massimo possono dimettersi per poi ricandidarsi....si ci vuole una bella faccia di bronzo,ma sono ben forniti....non ho mai visto attori più bravi dei nostri governanti.....gli italiani continueranno a fare i salti mortali come hanno sempre fatto ....perchè questa situazione sono anni che và avanti ora è solo più pubblicizzata......di suicidi di lavoratori e imprenditori ce ne sono da anni.....ma a loro non importa......spendono e spandono il nostro sangue.....perchè è di quello che parliamo.......

Annarita Viscido una soluzione......????????? più che cretini siamo in loro balia impotenti.........

Nani Marcucci Pinoli Annarita... credo che mai, finora, abbiano tanto sentito il fiato sul collo! MAI !!! E MAI i consensi erano scesi a questi livelli!... Tra il 2 o il 2,5% !!! Ma e' incredibile !
Quanto ai rimedi... alla "soluzione"... l'ho gia' indicata! O meglio : 'indicate', perche' ne vedo due! Naturalmente nei miei limiti! ... 
1) Impegnarci, noi TUTTI, ad EDUCARE il piu' possibile alla serieta', onesta', sincerita' (almeno intellettuale), Dignita', Onore e perfino '"Umanita'- senso civico", sia noi stessi, che Chi ci sta intorno! ... Soprattutto con l'esempio e tanta umilta'.
2) Al momento del VOTO... RICORDARE ed essere COERENTI. Quindi : A) Se sara' possibile (votazioni nominali) votare ciascuno per il proprio partito, ma SOLO CANDIDATI NUOVI (possibilmente DONNE e GIOVANI). B) Altrimenti ( se non ci faranno scegliere i candidati) : o andare a votare e ritirare la scheda elettorale per poi restituirla dichiarando di mettere a verbale che non c'e' nessun simbolo che rappresenti il nostro pensiero politico; oppure votare per un giovane o una donna di un partito che abbia messo al primo posto (quindi eleggibile!) un 'volto nuovo'. Queste per me sono le uniche "soluzioni" democratiche!

Vincenza d'Augelli Con i tuoi incontri sull'educazione e spero c'è ne siano altri di sostenitori dobbiamo rappresentare un pericolo per chi vive nell'oscurità,di venire smascherati!!!!!!!!

Nani Marcucci Pinoli Non vorrei tanto 'rappresentare un pericolo', quano fare 'pensare' (possibilmente con la propria testa) e ritrovare il "buon senso"!!!