di Nani (del 11/08/2011 alle 17:45:34, in I MIEI PENSIERI 3, linkato 582 volte)
Più' che giusto. E' una vera vergogna. Ma Loro non hanno neanche il pudore di vergognarsi!
Poliziotto 1.600 euro per rischiare la vita e salvare vite; Pompiere 1.800 euro per salvare le vite e rischiare la propria; Maestro 1.400 per prepararti per la vita; Dottore 2.200 euro per mantenere la vita; Deputato guadagna 30.000 euro per fottere la vita degli altri; Se non sei d'accordo su questi stipendi metti mi piace e condividi !!
Alessandro Pediti Non è una novità, purtroppo....
Nuccia Quarto ti boicottano Nani..non si riesce a metter mi piace ne' a condividere!
89) Non vorrei passare da scontento, piagnone e noioso! Cosi' passo all'ironia. E siccome mi piace osservare i comportamenti umani posso dire di aver notato l'oblio del Limbo e del Purgatorio da parte di tutti; e del Paradiso e dell'Inferno da parte di molti. Forse anche perche' di 'inferni' ne vedo cosi' tanti nel mondo (ma anche qui!) e di 'paradisi' parecchi.. I paradisi fiscali e quelli artificiali! Meglio pria?
 
Fabio Arrigoni Felice e onorato di Fare la sua conoscenza, lusingato di averla tra i
miei contatti... Buon Pomeriggio...
Nani Marcucci PinoliBuon giorno! Lei e' molto gentile. Non puo' immaginare quanto sarei felice se tutti la pensassero cosi'! Ma ne dubito io stesso! A presto. Suo, Nani
Fabio Arrigoni Buonasera signor Conte,
Come ormai saprà io faccio parte del coordinamento comunale di Futuro e Libertà qui a Pesaro in qualità di vice coordinatore comunale.
Come ho avuto modo di scriverle in passato, apprezzo molto le sue molteplici attività legate alla cultura e all'arte, e la ringrazio per l'amore, l'impegno e la dedizione che mette in questi progetti di cui beneficia la nostra città e i suoi abitanti.
Anche noi di FLI pensiamo che questa magnifica terra andrebbe maggiormente valorizzata per i suoi trascorsi legati all'arte, alla cultura e alla musica, per questo ribadisco, apprezziamo molto quello che fa non solo a livello comunale,perchè può solo far crescere in questo senso, non solo la nostra città ma tutte le Marche portando ancor più il turismo poichè amplia magnificamente l'offerta del nostro territorio. Mi chiedevo: perchè non viene a trovarci qualora ne avesse voglia e disponibilità presso la nostra sede? Crediamo che promuvere iniziative e manifestazioni legate a questo settore (Arte e cultura), potrebbe offrire molteplici stimoli anche ai moltissimi ragazzi anche giovanissimi che si avvicinano alla politica (moltissimi devo dire con orgoglio si avvicinano a noi perchè apprezzano il nostro lavoro che li riguarda e li valorizza), per far loro capire quanto sia importante tutelare e promuovere l'arte nella nostra regione.
Resto comunque a sua completa disposizione qualora riterrà opportuno contattarmi per ogni questione lei ritenga opportuno sottoporci.
Con stima, cordiali saluti
Fabio Arrigoni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
88 ter) ... sia questa politica e tutti questi politici, ormai coinvolti in logiche che più' nessuno comprende.. di certo non possono più', ammesso che lo vogliano (e lo dubito molto!) uscirne fuori. 5) E questa e' la ragione determinante e più' consistente: perche', per fortuna, le DONNE sono sempre più' numerose ad occuparsi seriamente di politica. E siccome ho una grande considerazione, stima e fiducia in Loro...
Silvana Ceccarelli Nani, le donne sono molto più responsabili e molto più determinate in tutto quello che fanno, molto più difficilmente si lasciano coinvolgere in loschi affari... di questo ne sono fermamente convinata......
Roberto Domenicucci Non ho il piacere di conoscere personalmente Nani Marcucci Pinolima conosco bene i bravissimi figli ai quali do aqncora una volta tutta la mia stima e affetto ma credo sinceramente che l'"Appunto" in questione sollevato sia veritiero e azzeccaqto a mio modesto parere e, mi permetto di aggiungere, con una "triste nota semi-polemica, nel senso che L'UMO SEMBRA CEDERE IL PASSO A CAUSA DELLA SUA MEDIOCRE CAPACITA' POLITICA E MANAGERIALE di questa nostra fantastica ITALIA. Ancora complimenti sig. Conte e merito a cotatanta franchezza e brillantezza nella sua perfetta quanto precisa esposizione ...
Alessandro Pediti Io consiglio tutte le donne (che ammiro) e tutte le persone serie in generale, di astenersi, per il momento, dalla politica attiva. Data la scandalosa mancanza di moralità che affligge la nostra politica è bene starne alla larga...
Nani Marcucci Pinoli Grazie per le condivisioni e i complimenti! Giustissimo: le donne hanno tante qualita' che gli uomini non hanno - come l'intuito - altre qualita' che hanno in modo più' spiccato e diffuso - come la concretezza, la capacita' di sacrificio e di sopportare meglio il dolore, spesso la determinazione - e ora anche qualita' che gli uomini avevano, ma che stanno perdendo sempre più': come l'interesse per la Cultura, l'Arte e la Politica, appunto. (Segue)
Nani Marcucci Pinoli ‎(Segue)2: Lo noto, anche personalmente, dalla Loro ormai predominante partecipazione alla Conferenze e Dibattiti Culturali, alle Inaugurazioni delle Mostre, alla vita culturale in genere (mentre gli uomini seguono il calcio, la pallacanestro, le corse di auto e moto...). Poi si' , anch'io penso che le donne siano, in genere, anche più' serie e oneste. Salvo naturalmente le solite eccezioni e quelle che, purtroppo, 'scimmiottano' gli uomini: chiedendo "l'uguaglianza" (inspiegabilmente, perche' sono superiori!), diventando arriviste e tuttologhe! Ma quelle che mantengono la femminilita' in tutti i sensi e con tutti i pregi conseguenti, hanno e avranno sempre più' molto da dire. (Segue)
Nani Marcucci Pinoli ‎(Segue)3 : Con questo non dico - anche per rispondere all'amico Pediti - che debbano mettersi per forza in politica, attiva. Possono incidere moltissimo in mille altri modi, per migliorare la societa', diffondere una morale pubblica, educare una nuova classe dirigente, denunciare gli abusi, la corruzione, le prevaricazioni, gli egoismi, ecc. ecc.
Alessandro Pediti Sono d'accordo, le donne in una società civile sono i pilastri fondamentali e senza il loro prezioso contributo oggi avremmo una società di sbandati....
Roberto Domenicucci mi spiace contraddirla ma o io sono una donna o Dio mi ha donato un intuito femminile ... ;)
Silvana Ceccarelli il potere purtroppo ancora è dell'uomo... e benchè la donna ha superato tante battaglie, ancora e troppo spesso viene messa da parte anche in quelle situazioni a lei consone.... non è vero questo????
Nani Marcucci Pinoli Ma perche' mai dovrebbe dispiacersi!?!... La liberta' di opinioni porta ovviamente al contradditorio. D'altronde io amo la 'tolleranza', tanto che molti anni fa' ho fondato l'Associazione e Movimento 'FAI VIVERE'. Quanto al Suo 'intuito', complimenti, evidentemente rappresenta l'eccezione che conferma la regola. Perche' e' risaputo che gli uomini hanno una mente 'deduttiva', mentre le donne 'intuitiva'. E le potrei fare mille esempi! Ma sarebbe inutile, perche' di certo, avendo tanto 'intuito', li puo' facilmente 'intuire'! E che ne abbia veramente tanto, io lo 'deduco' dal fatto oggettivo che ne ha talmente tanto da esserne consapevole Lei stesso; da solo. Ancora complimenti!
Roberto Domenicucci movimento FAI VIVERE ha uno e tanti sensi profondi complimenti aggiunti conte ...
Nani Marcucci Pinoli Grazie! Ma io l'ho ideato e lo intendo come: 'vivi e lascia vivere'! Perche' c'e' anche chi non vorrebbe neppure farTi vivere! Come motto ho preso una celebre frase di Voltaire: 'Marchese, le Sue idee mi fanno ribrezzo, ma mi farei tagliare un braccio, pur di fargliele dire.'!
Roberto Domenicucci adoro François Marie Arouet soprattutto ne IL GRIDO DEL SANGUE INNOCENTE una delle sue ultime opere del '700 p.s. caro Conte forse lei non sa che sono stato un letterato dal 1986 al 1993 con premi internazionali -vedi mia bacheca fra 2 min ... cmq perfetta citazione sua rende l'idea ...
Alessandro Pediti La libertà di opinione e il rispetto per le opinioni altrui sono essenziali per qualsiasi confronto civile....
Nani Marcucci Pinoli Mia cara Silvana, e' vero che il potere e' ancora degli uomini - direi: purtroppo, visti i risultati e dove siamo andati a finire! - ma per fortuna le donne stanno sempre più' guadagnando terreno. E poi ci sono i campi dove hanno e sempre avuto il predominio... Innanzi tutto, ad esempio, nell'educazione dei figli. E' risaputo che determinanti sono i primi anni di vita (i Gesuiti dicevano: dateci i bimbi dalla nascita a 5 anni, e ne faremo quelli che vogliamo!). E in questo periodo la stragrande maggioranza dei figli vive con le madri. E per questo le donne hanno anche grandi responsabilita'. Ritengo, di conseguenza, che ad esempio molti annosi problemi del 'fenomeno' mafioso risalgano all'educazione' alla vendetta e all'odio, impartita dalle madri siciliane ai figli, fin dalla più' tenera eta'.
Nani Marcucci Pinoli Caro 'amico' Domenicucci, mi scuso, ma non lo sapevo. Comunque, visto che "e' stato un letterato', ritengo che dovrebbe parlare al presente: voglio dire che lo e' di certo anche ora. I miei complimenti!
88bis) (Segue): ... un malcontento sempre più' diffuso e generale, che tocca veramente quasi tutti (come si dice: 'trasversale'), perfino coloro che generalmente sono davvero sempre stati 'fuori' da questi argomenti. 3) Perche' siamo veramente in una situazione seria, dalla quale si rischia di non uscire più' o, bene che vada, con le 'ossa rotte'.. Ma di tutti. 4) Perche' non vedo possibilita' alcuna che sia (segue)
Silvana Ceccarelli Il cancro dell'Italia non arriva né da destra, né da sinistra. Si cura con una sola medicina: l'onestà. Non la passa la mutua, è gratuita e sta dentro di noi .......
88 (e non 80 come ho scritto nel mio commento, n. 28, alla mia precedente 'esternazione'!) : Dicevo che mi sono messo a scrivere di politca o meglio, se mi e' possibile, di Politica con la 'P' maiuscola, per una serie di ragioni, secondarie pero'; e per alcune determinanti, nuove e a mio avviso molto interessanti, che qui vorrei precisare. 1) Si e', per me, toccato il fondo! 2) Noto sempre più' un malcontento (segue)
Continuano - tutti! - a parlare di aumentare le imposte, le tasse e non dare certi servizi; e MAI di tagliare drasticamente le spese inutili, gli sprechi, gli stipendi, le liquidazioni e le pensioni... esagerati, assurdi e vergognosi. Non e' ammissibile che ci sia chi prende una pensione dieci volte superiore a quella di un operaio o di un lavoratore qualsiasi, i quali di sicuro non hanno lavorato un decimo di Loro.
Maurizio Romano Conte Bisognerebbe applicare un principio elementare e cioè, una volta pensionato, dovrebbe prevalere tale status, non quello di ex checchessia. Ad ogni buon conto, anche tale misura servirebbe a poco. Ci sono troppi interessi trasversali organizzati e potenti in Parlamento e ogni volta che si vorrebbe toccarli insorgono. In realtà, ogni giorno scivoliamo sempre più nel secondo o terzo mondo e vaste aree del nostro Paese ci sono già (gran parte del sud, ad es.).
Silvana Ceccarelli è il sistema sbagliato... bisogna cacciali tutti. Punto
Pelillo Roberto ‎....è assurdo ma...come se una azienda che va malissimo o da falimento continuasse a dare 3/4 MILIONI DI EURO di stipendio all'ottimo dirigente che la sta facendo fallire...assurdo ma...in Italia è sempre stato così con le ferrovie, l'alitalia e tutte le aziende parastatali, vorremo mica cambiare la regola...
Maria Pia Cappello Hai veramente ragione.....
Giuseppe Lucarini Forse per la prima volta in Italia chi sta meglio forse dovrebbe pagare di più. Per solidarietà e per salvare il paese. Mi dispiace Pinoli ma la verità è questa. Può non far piacere ma se cade il paese cadiamo tutti.
Pelillo Roberto basterebbe prendere esempio dai paesi dove la socialità funziona meglio...e dove i nostri migliori giovani tendono a guardare...non dobbiamo inventare niente basterebbe copire...
Alessandro Pediti Perfettamente d'accordo. L'unico problema consiste nel fatto che, purtroppo, i nostri parlamentari che dovrebbero porre fine a questo scandalo, recentemente hanno votato nella direzione opposta. Finchè in Italia prevarrà la logica di arraffare tutto quello che si può a spese dei cittadini, non abbiamo nessuna speranza di eliminare sprechi o benefici....
Ilaria Baldi Ci deve essere un modo civile per mandarli tutti a casa possibilmente senza soldi....
Alessandro Pediti Se questo modo esiste, spero che qualcuno, prima o poi, lo applichi. Ne abbiamo estremamente bisogno...
Nani Marcucci Pinoli Io non mi dispiaccio e anche Tu non Ti dispiacere, Lucarini, perche' la verita' non e' quella che dici Tu! In Italia il problema vero sono la gran parte dei politici e il pubblico. Chi lavora, imprenditori compresi (ed io, come imprenditore, mi considero un lavoratore, visto che ho sempre lavorato più' di 10 ore al giorno, festivita' comprese e anche ora che ho 68 anni!) paga imposte altissime, tra le più' alte d'Europa. Quelli che non pagano sono gli evasori, parziali e totali. Ma e' colpa dello Stato che permette vergogne del genere. Poi ho letto che negli ultimi 10 anni sono state costruite opere pubbliche inutili e inutilizzate per 40 miliardi di Euro. Poi ci sono Enti inutili, personale pubblico sotto-occupato o in sopra-numero e tutti gli sprechi che conosciamo. (Continua)
Alfeo Matteo condivido appieno la sua citazione impressa sui vetri del Savoy "vivi e fai vivere" purtroppo ora chi VIVE in Italia sono solo i politici e lo fanno a nostre spese!!!
Nani Marcucci Pinoli u (continua) Caro Lucarini, Tu sai di certo che la ricchezza di uno Stato non e' data dai dipendenti pubblici, ma dalle imprese produttive. E ora, in Italia (con queste leggi punitive 'contro' chi e' disposto a sacrificarsi, rischiare e lavorare il doppio) i giovani cercano quasi tutti il posto fisso e sempre meno sono quelli che sono disposti a fare gli imprenditori o comunque mettersi in proprio. Pertanto sono assolutamente convinto che chi e' lungimirante dovrebbe premiare quei pochi che si sacrificano, evitando invece gli sprechi, le rendite di posizione (compresi petrolieri, investitori finanziari, ecc.), gli Enti inutili, le auto blu, con autisti e scorte, i privilegi più' assurdi di tutti i tipi, ecc. ecc.
Paola Turci è sempre stato una vergogna chi fa politica lo deve fare gratuitamente perchè è una missione verso il paese !
Alessandro Pediti L'opinione del dott.Pinoli è giusta e sacrosanta. Il patrimonio di una nazione è dato dai veri imprenditori: quelli che sacrificano tempo, risorse, impegno personale, capitale per sviluppare la propria attività; così facendo concorrono allo sviluppo della società creando lavoro e, pagando le tasse, creano i presupposti per la fornitura dei servizi sociali che tutti usufruiamo. Con questo non voglio dire che i dipendenti, pubblici o privati che siano, non concorrano pagando le tasse, allo buon funzionamento di uno stato ma, è bene tenere presente che se non ci fossero gli imprenditori non ci sarebbero i dipendenti. Troppo spesso, per colpa dei soliti furboni che evadono, si fa di tutta l'erba un fascio e si criminalizza l'intera classe degli imprenditori che lavora e che, doverosamente, paga le tasse che, per inciso sono tra le più alte d'Europa....
Nani Marcucci Pinoli Dott. Arrigoni, buona sera! La ringrazio sentitamente per le Sue cortesi parole... I complimenti fanno sempre piacere, anche se non penso di meritarne tanti. La ringrazio anche per il gentile invito, ma purtroppo (o meglio per fortuna!) non ho mai un minuto libero. E poi, in tutta sincerita', non ho mai voluto fare politica attiva, partitica, neppure quando, anni fa', mi avevano perfino offerto cariche prestigiose. Infine sono sempre più' 'orso' , per mancanza di tempo, ed e' per questo che mi piace Facebook, che mi permette di interloquire con tanti 'amici', sfruttando il mio poco tempo libero grazie al BlackBerry!
Luigi Ferrigno scusate se mi permetto di entrare nell'argomento,il punto è proprio nelle parole dette dal dott. Pinoli,cioè nell'aver lasciato campo libero a tutti quei faccendieri e portaborse e raccogli voti che poi sono stati premiati idai loro referenti politici facendogli ottenere delle cariche politiche,cosicchè questi individui , che a casa loro ,le mogli, non li fanno contare se non quanto il due di coppe quando la briscola è a mazze,ce liritroviamo a comandare la cosa pubblica(insieme al loro esercito di raccomandati e inetti come loro) a fare le scelte importanti per tutti quelli che nella vita hanno creato qualcosa di importante per se stessi e per la comunità.Peciò è meglio contrastarli con tutte le proprie forze e proporsi al loro posto,e fare la vera politica cioè mettere le proprie idee,l'esperienza,la capacità di creare economia e benessere per se stessi e per la comunità.
Marcello Nori Sono anch'io d'accordo con le Vostre opinioni e belle parole, ma mi chiedo:ma non sono poi le stesse " persone " che sono ossequiate e " leccate a dismisura
Nani Marcucci Pinoli Buon giorno, Marcello! Fa tutto parte di questo sistema ormai degenerato, meschino e vergognoso: sia gli 'ossequi' di cui parli Tu, che i 'portaborse' e 'faccendieri' dell'amico (in Facebook!) Luigi Ferrigno. Sono tutte conseguenze del mal costume imperante, per il quale il politico, invece di fare il Suo dovere e occuparsi dei propri compiti istituzionali e ben precisi, ormai da tempo si occupa di affari, di raccomandare persone, di farne assumere altre, di proteggerne altre ancora... Cosi' si formano centri di potere, consensi, 'riconoscenza', voti e spesso anche qualcos'altro. E nessuno si ribella e neppure parla, perche' anche quelle poche eccezioni di onesti o si adeguano o vengono eleminati o si dimettono da soli. (Continua) a
Alberto Rossini Nani Marcucci Pinoli for president!!
Nani Marcucci Pinoli ‎(Continua) a : Negli anni ne ho avute decine di conferme: gli onesti 'testardi' vengono invitati a dimettersi o 'perseguitati' fino a quando per disperazione si dimettono da soli. E poiche' tutti quegli 'individui' hanno i Loro interessi e i soldi per Loro sono un altro Dio, finiscono per prosperare in tutti i sensi e moltiplicarsi. A danno del libero mercato, degli onesti, di chi lavora veramente e non fa solo chiacchiere. Cosi' si spiegano tante cose: 1) la non chiusura di Enti inutili, ma anzi il proliferare degli stessi. Esempio le Province, che con l'apertura delle Regioni dovevano venire soppresse, mentre appena si e' iniziato a parlare di chiuderle, ne hanno fatte molte nuove... Il colmo! 2) (Continua) b
Michela Pacassoni chi ha il coraggio di "denunziare" raccontare, parlare, di difendersi, viene messo "in castigo"... ..mi fermo qua.
Nani Marcucci Pinoli ‎(Continua) b: 2) Cosi' proliferano e s'ingigantiscono gli Enti pubblici di ogni genere, spesso inutili, quasi sempre con troppi dipendenti e per di più' non scelti per meriti, ma per raccomandazioni, che poi servono anche per fare carriera. Tutto questo ha portato conseguenze 'penose' e 'punitive'. Dei mille che potrei fare, 3 esempi, diversi ma nelle loro differenze eclatanti e 
emblematici: 1) La Cirio, la Parmalat, ecc., non sono andate a finire male per scelte industriali sbagliate, ma per la Finanza e le relative speculazioni politico-finanziarie. 2) Le farmacie comunali (e non solo a Pesaro!) sono in passivo: ci 'rimettono'!.. Di solito sono una 'ricchezza' 
: le famiglie dei farmacisti sono tutte ricche e pagano un sacco di imposte e tasse! 3) L'Italia, alla fine degli anni '60, era diventata la quarta potenza economica mondiale (per pochissimo avevamo superato perfino il Regno Unito!). Poi ce l'hanno messa tutta per fare andare male le cose... (Continua) c
Nani Marcucci Pinoli ‎(Continua) c: ... e per ridurci in questo (S)stato (nel suo doppio significato: con 's' minusola e maiuscola!). E non credo proprio che siano stati gli imprenditori e comunque tutti coloro che lavorano, in proprio, dalle 10 alle 14 ore al giorno e si portano con se' pensieri e preoccupazioni spesso anche di notte e perfino nei giorni festivi. Non ne avevano ne' l'interesse, ne' il tempo, ne' le possibilita'. E allora! Beh, questo adesso lo chiedo a tutti Voi! Sinceramente e spassionatamente. (Continua) d
Nani Marcucci Pinoli ‎(Continua) d: In attesa delle Vostre gradite e utilissime risposte, considerazioni e riflessioni, vengo alle mie conclusioni. (Scusate le 'brutte' rime!). Dopo aver scritto tutto questo mi si potrebbe chiedere: 'E allora? C'e' un rimedio?' Anzi, ad onor del vero alcuni amici mi hanno gia' fatto un'altra domanda, apparentemente diversa, ma nella sostanza per me uguale: ' Ma come mai ora, quasi all'improvviso, Ti metti ad occuparTi di queste cose, visto che neppure ami la politica?' Le risposte come sempre sono tante: l'eta', il 'vaso che trabocca' (!), Facebook e il mio amato BlackBerry (i quali mi riempiono i momenti morti della giornata!), gli inviti e incoraggiamenti di molti amici, ecc. ecc. E poi non e' vero che non mi sono mai occupato di questi argomenti. Fin da giovanissimo, quando ero anch'io 'figlio dei fiori'(!) e partecipavo attivamente ai Cineforum, ai dibattiti, alle lunghe discussioni (Continua) e
Nani Marcucci Pinoli ‎(Continua) e: ... le lunghe discussioni notturne con Stefanini, Dionigi (entrambi, ahime', defunti) e tanti altri ancora vivi e vegeti, che non nomino per la privacy... E poi in seguito, anche con persone note, come Sciascia, Cacciari, Veneziani, Damiani, Eco... Infine su questi argomenti, più' o meno, ho anche scritto tanti libri... Ma quelli ormai non li legge più' nessuno! Meglio Facebook! Ma ora, a mio avviso, ci sono ragioni, speranze e soprattutto novita' più' serie, importanti... (Continuo in una nuova pagina, più' facile da trovare!) Allora: al numero 80!
Proloco Frontone la soluzione ..e' scritta nelle osservazioni.. il problema e' che chi CI governa non si diminuirà MAI gli i stipendi..le pensioni .... indennità e benefici ( servizi gratis o quasi.. auto blu...ed altri privilegi )che con quello che prendono i potrebbero permettersi alla grande !!!....ogni riforma di governo inizia con le PENSIONI si...ma quelle del popolino.. i comuni mortali devono vivere con il vecchio 1.000.000 di lire cioe' € 516.46 !!! ..di pensione...NON ha senso aumentare le TASSE quando un'azienda con l'aria che tira non riesce a pagare i contributi e stipendi ai dipendenti --il costo del Lavoro in Italia e' troppo CARO.. il MADE in ITALY deve essere fatto in Italia e non all'estero con prodotti italiani....per non parlare dell'AGRICOLTURA !!!!! BUTTIAMO I NOSTRI PRODOTTI per acquistare quelli della Comunità Europea ..ecc.ecc.ecc
 
La svolta annunciata con manifestini. Pascucci: "Tolleranza finita, multe alle moto sui marciapiedi"
Valeria Poliseno sono proprio dappertutto......
Nani Marcucci Pinoli Non ho qui il Carlino... Poi hanno pubblicato la mia intervista?
Valeria Poliseno devo ancora uscire....poi Ti dico.....
Valeria Poliseno se aqncora non avessi il Carlino.......l'intervista c'è....ciao!
Francesco Garavelli E' una vera vergogna tutti quei motorini e biciclette sui marciapiedi del lungomre! Ma nn è da meno quelli sulla statale sotto mante nei pressi della Crista! Ma qualcuno deve dare un'alternativa alla gente di raggiungere le spiaggie, prima di passare alle magniere forti..Lei signor Nani a più ke ragione e ha fatto benissimo "finalmente" a sollevare il problema. Per nn parlare che.. nelle ore serali, quando la gente lascia le spiggie..un vero caos alla circolazione, e inquinamento dell''aria dovuto ai motorini. Il problema d'inverno si trasferisce nai pressi delle scuole, "vedi campus, magistrali, ecc"
87bis) (continua) ... impegno intellettuale. Basta un po' di spirito di osservazione e il divertimento e' assicurato! Gia' il vestiario! Alla sera, senza un raggio di sole, eccoti cappelli di paglia e grandi e scuri occhiali da sole... Perfino per vedersi... che so?!... le grafiche!... Poi i discorsi! La maggior parte dei presenti parla di tutt'altro! E gia' va bene! Perche' altri spesso fanno considerazioni... Beh!
Alessandro Pediti Capita spesso anche a me, quando sono invitato a mostre d'arte o eventi culturali (presentazioni di un libro, serata dedicata alla poesia ecc), di ascoltare i discorsi dei presenti. Mi sono sempre domandato perchè mai una persona debba partecipare ad un evento se si annoia...
Valeria Poliseno Ma, non è Cultura per ciò che viene proposto..o per chi frequenta questi eventi?
Rosita Romeo E' anche questo un modo per capire dove e con chi va l'arte. Felice estate!
Nani Marcucci Pinoli La maggior parte delle persone va perche' fa chic, per fare salotto, per farsi vedere...
Alessandro Pediti già, tutto tranne quello che dovrebbe essere lo stimolo principale, ovvero un sincero interesse verso l'arte e la cultura
87) Forse l'estate, il caldo influiscono positivamente sul bisogno di cultura!... C'e' un proliferare di Mostre, Inaugurazioni, Vernisage, Festival... E per chi considera 'cultura' tutti questi eventi, indubbiamente c'e' un tripudio culturale! Anch'io, ahime', ho partecipato o meglio ho dovuto partecipare a ben 3 'eventi culturali'! C'e' anche da divertirsi! Invero non si tratta di serio e faticoso (segue)
86 bis) ... Anche se mia nonna, quando ero bambino, mi diceva che non bisogna mai mettersi al livello dei maleducati, poi, con gli anni ho capito che si finisce - come "l'idiota" di Dostojeski - ad essere, come minimo, derisi. Allora non dico di tornare 'all'occhio per occhio e dente per dente', ma almeno ad un'adeguata difesa!
Angela Pellicanò Distanza.distacco.sguardo traverso. trasversalità plastica.
Paolo Ferri Mah, io sono dell'opinione che il modo migliore per rispondere ad un maleducato è far finta che non esista altrimenti si rischia di scendere al suo livello !!
Nani Marcucci Pinoli Più' che giusto! Infatti e' quello che mi ha insegnato mia nonna - quando i maleducati, pur essendo molto più' numerosi, erano 'timorati di Dio' e non osavano! - ma ora i maleducati sono arroganti, prevaricatori e provocatori. E se non rispondi, si approfittano e, praticamente, Ti mettono i piedi sopra, deridendoTi pure! Percio' io consiglirei di evitarli il più' possibile e fare perfino 'i sordi o i tonti'... Ma se tutto questo non dovesse bastare, direi di passare alla massima latina, anziche' diventare l'idiota di Dostoevskij!...
Paola Righetti concordo in pieno!!!!!
Valeria Poliseno allora?....scendere al loro livello...o ritirarsi....in un eremo?
Nani Marcucci Pinoli Dipende!... Come sempre! Sai, oggi giorno, anche negli Eremi... ! Scherzo. Ciao
Gianmario Saba secondo me si deve essere superiori alle cattiverie ignoranti cui sono dediti....Nani, non hai ancora ricevuto il saggio? Ciao
Alessandro Pediti La maleducazione è figlia dell'ignoranza e, purtroppo, il numero degli ignoranti è in costante aumento. L'unica difesa efficace è rispondere in modo energico al torto subito....
Nani Marcucci Pinoli Secondo me, invece (ma io non faccio testo, perche' ho idee del tutto mie), gli ignoranti non sono in aumento. Anzi, sono in diminuzione, perche' ad esempio cento anni fa' in Italia gli analfabeti erano enormemente di più'. Pero', sapendo di essere ignoranti, stavano zitti! Ora la maggior parte della gente sa leggere, scrivere e poco più', ma si sente colta, saggia... Per cui e' aumentata di molto la presunzione e l'arroganza. Ecco perche', per me, purtroppo, ad aumentare non sono gli ignoranti, ma gli arroganti! D'altronde si dice che 'bisogna raggiungere un certo grado di cultura, per rendersi conto della propria ignoranza'!...
Silvana Ceccarelli Rispondo ai maleducati usando battute asciutte che non lascino lo spazio ad ulteriori battibecchi, spesso un sorriso e un 'grazie' disarma qualsiasi maleducato preparato solo a scontri accesi.
Alessandro Pediti La sua è un'opinione interessante. Rimane, comunque, un'amara riflessione: il dato importante è il diffondersi, o meglio il dilagare di comportamenti scorretti che sono figli di cattive abitudini, scarsa o inesistente educazione e, quel che è peggio, di un'assoluta mancanza del rispetto per gli altri
Silvana Ceccarelli assolutamente d'accordo...
Alessandro Pediti il mio commento era riferito alla risposta del dott. Marcucci Pinoli
Alessandro Pediti ‎@Silvana Ceccarelli: sono d'accordo con Lei; spesso un grazie o un sorriso disarmano i maleducati che, non essendo preparati a questo tipo di risposta rimangono spiazzati. Qualche volta basta poco per risolvere una situazione potenzialmente fastidiosa...
Nani Marcucci Pinoli Bravissima la 'nostra' Silvana! ... Consiglio bello, giusto e saggio! Specialmente se si e' una bella donna e non si ha a che fare con un 'energumeno'! Scherzo. Ma io mi riferivo a quel tipo di 'maleducazione' subdola, dettata dall'arroganza del potere o comunque messa in atto da chi meschinamente ha una piccola posizione di vantaggio, magari grazie ad una 'carichetta' da 4 soldi o ad una divisa, e 'tiene il coltello dalla parte del manico'... E cosi' si e' costretti a subire o a pagare a caro prezzo la propria dignita'. Sono situazioni tanto difficili quanto frequenti che mettono a dura prova le persone più' educate quando si trovano ad avere a che fare con dei veri e propri maleducati, che si approfittano del Loro stato e si comportano con maniere che Loro stessi mai sopporterebbero. Non so se mi sono spiegato. Forse bisognerebbe fare degli esempi...
Jackie Crapanzano bravissimo!
Ilaria Baldi Scriveva Dante "non ti curar di lor, ma guarda e passa" niente gela più dell' indifferenza.
86) Una volta ho scritto: L'onda accarezza il bagnasciuga e s'infrange contro gli scogli. E i Giuristi Romani scrissero: Qui in re illecita versatur tenetur etiam pro casu. Sempre più' che giusto! Igitur: L'educazione e' dovuta con le persone educate. Ma se uno Ti provoca o 'Ti pesta i piedi'? Beh, nessuno e' tenuto ad essere Santo e a porgere l'altra guancia. E anche se mia nonna mi diceva che non bisogna (segue)
85 ter) E se si studia seriamente e attentamente il Galateo (ecc.) si evince che tra i tanti difetti della maggior parte dei politici c'e' anche e soprattutto la MALEDUCAZIONE. Cioe' la mancanza di rispetto per gli altri: in questo caso per gli amministrati e perfino per i Loro elettori. Perche' la maleducazione e' anche : l'arroganza, la prevaricazione, la mancanza di disponibilita', la supponenza, ecc. ecc.
Michela Pacassoni p.s. Lei è un mitoooooo!!!!!!
Nani Marcucci Pinoli Io?!... Bum! E perche', di grazia?
Michela Pacassoni Perchè mette per iscritto il pensiero comune a tanti che pero' non hanno il coraggio di metterlo per iscritto, per paura, rivendicazioni ecc ecc....
Stefano Mercatali anche stavolta come conseguenza ti ritrovi il mio plauso in pieno... cari saluti
Nani Marcucci Pinoli Troppo buono! Comunque, dai tanti commenti ricevuti, soprattutto, 'privatamente', posso dire che quelle mie 'opinioni' sono molto condivise. Ho proprio potuto constatare che la famosa 'arroganza del potere' sia avvertita dai più' come una vera forma di maleducazione, la quale, pur incidendo soprattutto sui rapporti formali, va poi ad aumentare le critiche sostanziali, sommandosi ad esse e creando lo scontento, il disagio e il malessere. Per capire, ciascuno dovrebbe esaminare i comportamenti degli avversari o dei politici della parte avversaria!
Stefano Mercatali naturalmente con una buona scorta di malox
Michela Pacassoni sono le persone che fanno la politica...Signori si nasce...
Jackie Crapanzano studiare il comportamento degli avversari,,,,me gusta!è saggio!
Nani Marcucci Pinoli ‎... Solo perche' i propri difetti non si vedono mai o comunque si fa una gran fatica ad ammetterli! Negli altri si vedono molto molto più' facilmente. A quel punto bisognerebbe sapere ed accettare che la maggior parte di tutti quei difetti li abbiamo anche noi! Cosa difficilissima per quasi tutti, quasi impossibile per chi, come tanti politici, ha un EGO molto... predominante!
85) (continua) Mentre l'educazione e' ben altro! E' soprattutto il rispetto per gli altri. Si deve masticare a bocca chiusa e non parlare mentre si mangia solo perche' il poveretto e sfortunato che siede davanti non sia costretto a rovinarsi il pranzo dovendo vedere continuamente un 'mastigotto' che rotea dentro una bocca aperta! Oppure il ciclista che non usa la ciclabile quando c'e', e' maleducato. Perche'? A Voi!

85) L'EDUCAZIONE. Torno su questo argomento perche' ogni giorno di più' vedo un 'proliferare' di maleducati. Incredibile! E sono proprio convinto che il 90% di Loro neppure lo sappia. Percio' Vi prego di divulgare il mio invito a leggere - per chi non l'ha mai letti - libri sull'argomento, dal Galateo in avanti! Perche' molti pensano che si tratti di sciocchezze, come saper usare bene le posate, mentre... (continua)

84bis).. (continua) Ovunque, a meta' mandato, c'e' un crollo di consensi! Pensate, solo' per fare due esempi, agli Stati Uniti e alla Spagna. Ma non solo li' e non solo ora. Sempre. perfino nel Regno Unito e in Francia, patrie della Democrazia! E un'altra conferma di quanto scrivo, la possiamo dedurre dalle sempre crescenti percentuali di 'astensionismo'. Che per quanto serio e diffuso, dovrebbe indurre a pensare.
Silvana Ceccarelli nani, di tutte le cose di cui ogni individuo è capace, una in cui nn lo batte nessuno è il complicarsi la vita.
Nani Marcucci Pinoli Bravissima! Più' che giusto! Pero' c'e' sempre, per fortuna, il rovescio della medaglia. Per essere sintetico: pensa che noia e che tristezza, una vita senza complicazioni! Le difficolta' e le soddisfazioni che si hanno nel superarle, per me, sono proprio il sale della vita!
Silvana Ceccarelli nani, siamo un'unica entità, capace di realizzare quello che io definisco " miracolo"" soddisfazione di riuscire e poter vedere l'orizzonte... lo stesso orizzonte..
Nani Marcucci Pinoli ‎.. Ma... Ti riferisci agli uomini in generale o a noi due?!... Scherzo! A presto
Silvana Ceccarelli nani, mi riferisco alle soddisfazioni della vita......
Nani Marcucci Pinoli Ma certo! Era solo una battuta!
84) La politica!.. E' una vita - ed ormai la mia comincia ad essere lunga! - che sento, vedo, leggo e spesso devo sopportare: bugie, programmi ambiziosi quanto impossibili, promesse quasi sempre assurde. E questo da parte di tutte le opposizioni, di destra e sinistra ( anche all'estero!) Poi quando vanno al potere, al governo, non mantengono e deludono. E lo si vede dai consensi che ottengono poco dopo.. (segue)
Nuccia Quarto Nani..governare nn e' semplice come parlare..ma nn e' nemmeno difficile distinguere fra chi blatera in malafede..e chi cerca di far bene per la nazione..
Nani Marcucci Pinoli Mia cara Nuccia... Tu sei ancora giovane! Cosi' apprezzo il Tuo ottimismo e Ti auguro di tutto cuore, di non avere altre delusioni! Magari! Sarebbe una delle poche volte che 'mi piacerebbe aver torto' (!) e poter dire (finalmente... Scherzo!) 'mi sono sbagliato'. E Ti assicuro che lo direi con gran gioia! Comunque, buone speranze!
Nuccia Quarto Naniiii..siamo coeviii! (due stra-figoni!! eheheh)
Nani Marcucci Pinoli Allora io sono un 'coevo vecchio' e disincantato; mentre Tu una 'coeva giovane' e quindi ancora ottimista e un po' ingenua! Insomma: Tu ancora T'illudi, mentre io non ci riesco più'! Sai, io sono partito da molto lontano, dal '62 - molto prima del famoso '68, che un po' l'abbiamo preparato noi ... 'Figli dei fiori' - e ne ho vissuti di sogni, di battaglie, di illusioni, di delusioni, di prese in giro!... E cosi' ad uno ad uno quei fiori si sono appassiti tutti. Alcuni perfino marciti!... Invece Tu ancora fai dei bellissimi papaveri 'freschi'! Un abbraccio

LA CASTA DEI GIORNALISTI 

LA BUTTIGLIONE E', FINALMENTE, ANDATA IN PENSIONE DALLA RAI PERCEPENDO 515.000 EURO DI LIQUIDAZIONE E 420.000 PER L'IMPEGNO DI NON ANDARE ALLA CONCORRENZA. MAI SENTITO DIRE CHE MEDIASET LA7 SKY ABBIANO FATTO A CAZZOTTI PER CONTENDERSELA. ECCO LA FINE CHE ... 

Silvana Ceccarelli e noi nn arriviamo alla fine del mese.... 

Nani Marcucci Pinoli E' una vera vergogna ed una ingiustizia bella e buona! Perche' non vedo ragione alcuna che giustifichi un trattamento cosi' diverso da quello riservato a tutti gli altri lavoratori che non sono di certo da meno. 

Marco Verdiglione pensare che ,potendo godere di un canone,la rai aveva tutte le occasioni per essere libera dalle trappole dell'auditel,del mercato e della politica 

Nicoletta Tagliabracci ‎.. anche sapere che il presidente della Provincia di Bolzano percepisce lo stesso stipendio del Presidente degli Stati Uniti è una bella notizia..! che abbiano gli stessi incarichi e le stesse responsabilità..? e noi che non lo sapevamo!! 

Nani Marcucci Pinoli Giusto!

 
80n) Altra 'prerogativa' che si richiede ad un politico e' la serieta', la quale comprende la coerenza, il mantenere la parola data e le promesse fatte, senza prima illudere le persone per poi scotentarle e infine deluderle.
Silvana Ceccarelli parole sante........
Jackie Crapanzano sino no serian politicos .es asi .en todas partes se cuecen habas....aqui allà y màs allà del bien y del mal.....
Nani Marcucci Pinoli ‎!Buena noche, Jackie!
Roberto Domenicucci caro Nani la Sig.ra Selci diceva LE BUGIE HANNO SEMPRE UN COSTO
 
83) Noto una sempre crescente omologazione, una triste e tragica diffusione di idee solo apparentemente diverse ma nella sostanza, sotto sotto, sempre identiche e un proliferare di luoghi comuni. Le differenze ormai sono minime, nelle forme, in superficie, ma poi nei fatti c'e' un generale appiattimento. Perfino coloro che si sentono più 'moderni', più emancipati, più controcorrente, alla fine rientrano nei canoni!
Fabio Arrigoni Condivido signor Conte,
La differenza va dimostrata sul campo con tanto lavoro e poche chiacchiere.... prima si agisce e poi eventualmente si spiega l'attività svolta...
Francesco Taronna ‎...e poi sono sempre più quelli che usano frasi scritte da altri... lo so che a volte esprimono esattamente il nostro pensiero in modo elegante...ma anche la scrittura...il pensiero hanno bisogno di allenamento per partorire note degne di essere commentate e non bisogna avere paura di addendrarsi in pensieri non collimanti con quelli del gregge...dal nuovo nasce lo sviluppo l'evoluzione la rivoluzione...il futuro.
Nani Marcucci Pinoli Giusto! Concordo perfettamente!
Marco Verdiglione sono solo l'altro lato della stessa medaglia.(quelli che si riempiono la bocca con l'essere alternativi).La vera alternativa oggi è il "buon senso"!
Nani Marcucci Pinoli Bravo Marco! Proprio cosi'. Verissimo!
Marco Verdiglione forse sono troppo "netto"nei miei interventi,ma la piega che ha preso Fano è allucinante e mi condiziona un po’
Stefano Mercatali l'essere emancipati cercare di vivere modernamente..essere a tutti i costi controcorrente rientra purtroppo nell immaginario reale di gruppi di teatranti che imboniscono la gente dicendo appunto di essere così e allora si rimane come sempre fregati perchè la verità sta dietro a quelle maschere... se tutti fossero veramente se stessi e non cloni di qualcosa che non gli appartiena sapremmo sempre dove sta la verità
Fabio Arrigoni Vero Stefano, ma come riconoscere un teatrante da una persona seria? Bisogna correre il rischio, andare oltre il disgusto e conoscere la persona, i suoi valori, e sopratutto il suo comportamento... Mi rendo conto che i fatti oggi ci portano alla sfiducia, ma grazie a Dio ancora esistono persone serie...
Stefano Mercatali vero verissimo ma nonostante tutto rimango un ottimista.ma le persone meno eclatanti che fanno promesse mantenibili e poche sono normalmente quelle che al momento dovrebbero incutere un pò più fiducia degli altri.... ma ti assicuro che una volta al potere l80% li ho visti diventare mostri con lunghe zanne e attak per la poltrona come altri
Nani Marcucci Pinoli Noi 'elettori' siamo sempre tutti d'accordo! Ma allora e' mai possibile che nessuno dei politici 'eletti' si vergogni e tutti pensino che le critiche riguardino gli altri?
Stefano Mercatali non hanno cuore coscienza e soprattutto hanno la faccia come il tram... e non dimenticano il portafoglio
Nani Marcucci Pinoli Ottima sintesi! Penso condivisa dal 99% degli elettori 'sinceri', ma assolutamente errata per gli 'eletti'!... I quali, invece, dovrebbero essere i migliori, i più' onesti, i più' disinteressati
Stefano Mercatali sono completamente in accordo con te ma hai presente l'effetto morgana quello che nel deserto ti fa vedere ciò che non c'è? ci affidiamo a loro perchè molti sono degli illusionisti... ma nel mare c'è sempre un ancora di salvezza bisogna trovarla tra tutte quelle gocce salate
Fabio Arrigoni C`é anche chi lavora e propone andando per la propria strada piuttosto che perdersi in futili polemiche... Peccato se ne accorgano in pochi... Quando poi qualcuno prende decisioni che penalizzano i cittadini, é inevitabile farlo notare e chiedere conto di quanto deciso,non sono questi attacchi immotivati...soprattutto se non arrivano le risposte e si gestisce la cosa pubblica come una proprieta' senza trasparenza...
Stefano Mercatali verissimo ma bisogna obiettare una cosa... se l'onesto... ha buoni propositi(molti a volte sono miracolati sulla via di damasco (roma) è facile che non facendo interesse comune la sua strada venga minata...e il suo giusto pensiero svanisca... ho usato un pò di ironia ma il concetto spero rimanga
Nani Marcucci Pinoli Cioe'... "l'occasione fa l'uomo ladro!"...
Stefano Mercatali perfetto ma in molti casi sì
Stefano Mercatali aggiungo purtroppo... e aggiungo che tanti anni fa un mio amico politico venne arrestato alle 6 del mattino... fuori c'erano tutte le testate giornalistiche... dopo 0 mesi di carcere venne dimostrato che era l'unico innocente e che era stato il capo espiatorio di tutti... mi schifò molto la cosa e ancora di più quello che mi raccontò succedeva normalmente
Stefano Mercatali errata corrige 9 mesi
Nani Marcucci Pinoli Beh, l'eccezione c'e' sempre! Per confermare la regola!
Stefano Mercatali si ma chi ci va di mezzo per una cosa in cui credeva e si ritrova in carcere e quando torna a casa pur essendo innocente si trova una condizione disastrata è triste... comunque mi sorprende nolto, e secondo me è un sintomo di grande intelligenza che tu riesca a conciliare arte e che qualità e ,diciamo all opposto politica... due diversissimi universi... complimenti per la lucidità in ambedue le cose
Nani Marcucci Pinoli Grazie! Diciamo che io amo soprattutto il bello... la bellezza, la quale confina con il buono, il giusto... la giustizia. E quest'ultima dovrebbe riguardare anche la Politica e i Politici. Ma ho scritto 'dovrebbe' ed ho usato le 'P' maiuscole!
Stefano Mercatali come un antico amanuense dei misteriosi incunaboli
Regresso Arti Non sono il conformismo o l'anticonformismo il problema, che sono comunque opzioni personali, ma è il provincialismo delle istituzioni e quello del popolo che ai rappresentanti delle istituzioni paventa il ricatto del consenso negato: la maggioranza dei mediocri si esprime democraticamente delegando il potere a chi meglio rappresenta la propria mediocrità e l'applicherà poi al proprio indirizzo politico imponendola, dunque, alle masse.
Nani Marcucci Pinoli ‎... Le 'opzioni personali' quando sono diffuse e comuni alla stragrande maggioranza della gente, non sono più' semplicemente 'personali' e diventano 'imperanti'. E allora non si tratta neppure più' di 'provincialismo'. Il detto, pur giusto, 'ognuno ha i governanti che merita' riguarda forse il 99% del Popolo, ma non il 100%. C'e' sempre un 1%, o forse anche meno, che subisce, che deve subire e che meriterebbe di più'.
Regresso Arti Una soluzione potrebbe essere quella di sostituire il concetto di “suffragio universale ed uguale” con “suffragio consapevole”.
A tal proposito mi permetto di sottoporre lo Statuto di un movimento civico:
http://laterzavia.wordpress.com/statuto-crediti/ nello specifico, Titolo V, comma D e E.
laterzavia.wordpress.com
In data 11 Gennaio 2010 in Saltara capoluogo alla ex Chiesa della fonte alle ore...
Nani Marcucci Pinoli Ritengo che non sia facile. Perche' in 'democrazia' (quella attuale, che non e' la miglior forma, percio' ho usato la d minuscola) comanda la maggioranza, quindi i numeri, cioe' la quantita' E non la qualita'. D'altronde Churchill diceva che "di certo la democrazia non e' perfetta, ma ancora non si e' trovato nulla di meglio". A mio avviso, quindi, l'unico rimedio sta nel graduale (lentissimo) miglioramento della gente. Servirebbe più' Cultura (quella vera), più' consapevolezza e quindi più' studio, più' impegno serio. Ma tutto questo e' avversato ancor più che dalla pigrizia dei più' (e dalla mania di distrarsi e divertirsi sempre e il più' possibile!), da chi comanda 'veramente', che ha sempre avuto interesse e convenienza a tenere i 'sudditi' nell'ignoranza.
 
Leggo: 'SETTE ORE DI ATTESA'... L'Ospedale 'Civile' della civile Pesaro risponde: 'Non c'era urgenza'! Per carita' (anche umana) preferisco non fare commenti! Ma, avendo dei Ristoranti, mi chiedo - e vorrei chiederlo anche a quel Signore che ha dato quella risposta - cosa 'accadrebbe' se un Cliente dovesse aspettare un' ora (non 7!) prima di avere un antipasto o un primo! Ed anche in quel caso 'non c'e' urgenza'!...
Marco Verdiglione questo vale anche per le persone anziane!
Nani Marcucci Pinoli Certo! Quel Signore ha 86 anni!... Leggi Carlino di oggi, Pesaro, pag. 5. Il colmo! Non e' possibile che non si riesca ad organizzare il tutto in modo più' logico e umano! Capisco le urgenze e tutti i colori dei Loro cartellini, ma c'e' sempre una soluzione 'intelligente' a tutti i problemi! O no?
Silvana Ceccarelli ci dovrebbe essere una soluzione a tutto, ma nei ns pronto soccorso specialmente in estate è un caos, le attese sono interminabili e spesso
Silvana Ceccarelli i ns anziani e nn si sentono e sn abbandonati a loro stessi... bisognerebbe cercare di cambiare qualche cosa, gli sprechi nella sanità abbondano, però mancano i soldi e i servizi mancano ... allora???....
Nani Marcucci Pinoli Si, ma i rimedi ci sono. Anche perche' non e' cosi' in tutto il mondo. Certo, ci sono Nazioni dove magari sara' anche peggio... Ma in quelle i Dirigenti, i Responsabili, le Autorita' competenti non guadagnano migliaia e migliaia di Euro al mese!... A volte con 'Premi di produzione e di merito'!,,,
Silvana Ceccarelli basterebbe che gli stipendi dei ns politici fossero più bassi e che i ns politici fossero di meno e se si facessero meno sprechi nella pubblica amministrazione, forse i servizi, quelli essenziali sarebbero un pò più efficienti....
Nani Marcucci Pinoli Bravisima! Più' che giusto! Basterebbe e avanzerebbe... Perche' gli sprechi sono enormi e sotto gli occhi di tutti coloro che vogliono vedere...
Nani Marcucci Pinoli Gli 'SPRECHI' !... Dove ti giri, ne vedi! Troppi parlamentari, troppi Enti locali (Province, piccoli Comuni, Comunita' montane, ecc.), troppo poco impegno, troppo alti certi stipendi, certe liquidazioni, troppi Festival, troppe Sagre, inaugurazioni e costose manifestazioni pubbliche, troppe auto blu, troppe scorte, troppe esenzioni e gratuita', troppi... Troppo di tutto. Ormai l'Italia la potremmo chiamare la Repubblica del 'TROPPO'!...
Silvana Ceccarelli verissimo, troppi sprechi in tutti i settori, troppo di tutto, e niente servizi e pochi servizi nelle strutture che servono.... vedi carceri....( servizio ieri sera) è uno schiaffo al decoro umano...
Nani Marcucci Pinoli E su i tanti sprechi, cara Silvana, mi piacerebbe conoscere i pareri dei miei 'abituali' interlocutori, come: Taronna, Poliseno, Quarto, Verneracci, Saba, Rossini, Pacassoni, Galoppi, Zannoni, Gennari, Bertuccioli, Grassi, Lucarini, Mercatali, Pelillo, Arrigoni, Vinci, i gemelli Vaccari e tanti altri, i quali tutti mi danno tanti spunti di riflessione e che qui colgo l'occasione per ringraziare sentitamente! A presto
Stefano Mercatali dopo una giornata no sei riuscito a mettermi un sorriso in bocca provando squallore per i continui disagi a cui ognuno di noi è sottoposto. sono fermo in due importanti lavori per burocrazie che non li fanno partire quando basterebbe una semplice firma e non si trova mai il tipo... uffici con personale maleducato e ciondolante che pensa solo alle ferie... quattro mesi per riscuotere soldi da un comune come firenze perchè si dimenticano di fare i fogli per i pagamenti (durc ecc... strane sigle per fregarti tempo denaro e lavoro e rimandare rimandare come il ritorno a casa di pinocchio). mentre devo dire che la sanità qui a forlì ha funzionato. la mia compagna prima di morire a 38 anni ha passato indicibili sofferenze interventi devastanti oltre 180 trasfusioni ma medici e personale sono stati fantastici... ho trovato invece gente maleducata supponente e poco sensibile presso medici privati a pagamento ma ti posso assicurare che contro la loro insolenza da buon toscano gli ho risposto a tono tacitandoli.... fammi sapere quando vai in ferie che mi sto
organizzando per venirti a trovare. buona giornata a te e ai tuoi speciali interlocutori.. grato inoltre di voler sentire la mia opinione
Marcella Gennari per carità le comunità montane che oltre all'immane spreco aggiungono spesso e volentieri gravi danni all'ambiente e questo succede perchè chi è pagato per gestire certe aree non ha la benchè minima conoscenza delle problematiche dell'area stessa ma , nonostante ciò, per giustificare la propria mansione, interviene, cambia regole e sagge abitudini anteponendo la propria ignoranza all'esperienza popolare! Queste comunità montane costano allo stato svariate centinaia di milioni all'anno per sovvenzionare progetti inutili, sagre di paese, iniziative pseudo culturali e chi più ne ha più ne metta....tutti specchietti per le allodole!!
Nani Marcucci Pinoli Non solo! Penso che servano anche per accontentare alcuni pseudo-politici locali (i quali non me ne vorranno, perche' non dipende da me se non sono in Parlamento!) che magari hanno portato voti o in qualche modo si sono resi utili ai Loro partiti.
 
Regresso Arti Qui si parla di ladri della specie di quelli che rubano nelle case ma, il concetto espresso nell'articolo, lo si potrebbe applicare anche ai recenti fatti riguardanti gli "Orti Giulii"...
Nani Marcucci Pinoli In questi casi io ritengo che i problemi, tutti i problemi,si conoscono di più', si avvertono meglio quando ci coinvolgono. La sensibilita'aumenta se si viene toccati nei propri affetti, nelle proprie idee e naturalmente anche nelle proprieta' di ciascuno. Credo che la comprensione e la clemenza, perfino dei più' 'ben pensanti', s'incrinino di molto se vengono lesi i Loro interessi anziche' quelli di altri... sconosciuti o quasi! Quanto invece ai... 'due tipi di ladri', penso che rispecchino le due tipologie dei derubati... C'e' chi (i più'!) pensa solo alle Sue proprieta' private (egoisticamente, ma del tutto legittimamente) e chi (pochissimi!) pensa al 'bene comune', che anch'esso puo' essere derubato, violentato, distrutto. Anzi, quest'ultimo e' soggetto al più' alto rischio, perche' per molti cio' che non e' solo Loro, non e' di nessuno; invece in realta' e' di tutti e quindi anche Loro. Tanto chiaro e vero quanto non percepito e disatteso. Ahime'!
Regresso Arti Infatti, quello che manca è la percezione della cosa pubblica come cosa di tutti! E del danno inflitto alla cosa pubblica come danno inflitto a se stessi!
Nani Marcucci Pinoli Certo! Basti guardare come tanti - i più', ahime'! - si comportano per strada o nei luoghi pubblici. Ad esempio sono certo che mai, nelle Loro case, butterebbero le cartacce o le cicche per terra... Solo per dirne una!
 
Padiglione Italia Casta dell'arte, il blogger Luca Rossi entra a gamba tesa nel dibattito: TUTTI I NOMI E LE DINAMICHE Crediamo che il sistema all'interno del quale lavoriamo e produciamo cultura sia da ripensare in modo radicale. E ancora: Invitiamo tutti i lavoratori dell’arte ad aprire uno spazio di discussione, di azione politica e di espressione artistica, che diventi luogo dove reclamare i diritti ed elaborare
Nani Marcucci Pinoli Invece io penso che ci sia posto per tutti. Anche per chi, ad esempio, non 'lavora' per l'arte - ma ama l'Arte e quindi tutto quel che fa lo fa per suo piacere - e non sente ne' il 'fastidio' della Casta, ne' il desiderio di farne parte. Anzi, in tutta sincerita', ritengo che il 99% di coloro che odiano questa Casta sono proprio quelli che ne vorrebbero far parte, scalzando via chi gia' c'e', per potersi poi sostituire a Loro! Altrimenti che fastidio danno? Basta ignorarli. Cosa che, a mio avviso, fara' il tempo. Di sicuro
Aguinaldo Perrone tutto questo clamore per continuare a non parlare degli artisti se non definendoli genericamente come dei polli in batteria... Ma la critica non esiste più? dobbiamo proprio continuare a leggere solo di affari, o possiamo sperare, ribadisco, che qualcuno inizi a raccontare criticamente delle opere presenti in biennale?
Omniartf Italia Vogliamo anche dire che forse si è squarciato un vecchio sistema di concepire la Biennale.Certo si avranno ricadute su altri eventi.Vedremo quali i futuri risvolti e quali aperture per altre programmazioni.Qualche cosa cambierà......!! ??
Alessandro Pediti Per raccontare criticamente le opere presenti in Biennale ci vorrebbero critici che abbiano il coraggio delle proprie opinioni....
Nani Marcucci Pinoli Ma io, se mi permettete, direi di non dare cosi' tanto potere a questi 'critici', i quali ormai stanno diventando più' numerosi degli artisti! Poi e' inevitabile che ogni critico abbia il Suo 'vivaio' e cerchi di portare avanti i 'Suoi', come poi facevano una volta i grandi e veri Galleristi, prima di diventare dei 'mercanti' (che prendono le opere in conto vendita e le restituiscono indietro, se non riescono a venderle al doppio di quanto dovranno pagarle!), i quali neppure fanno un catalgo, ne' vogliono avere il minimo rischio. Ma i Galleristi di una volta, al contrario di quelli di adesso e dei critici, sapevano scegliere, valutare gli Artisti veri ed erano pronti a valorizzare le Loro Opere, con tutto l'impegno personale ed economico del caso. Ecc. ecc.
Aguinaldo Perrone concordo con Lei. Intendevo solo dire che se devono proprio dire qualcosa che lo dicano delle opere e degli artisti. Questo è il senso che volevo dare al mio modesto contributo.
Omniartf Italia caro Nani oltre ai galleristi o mercanti(la galleria è attività a scopo di lucro)oggi è ben sviluppato il Web con cui raggiungere,in tutte le parti del mondo potenziali collezionisti,amatori ecc. condividi?
Mary Sperti oggi vi sono due categorie di critici
Mary Sperti e nn dico altro basta osservare chi arriva a questi eventi d'arte.
Omniartf Italia elenca...
Mary Sperti essere artisti nn vuol dire pagare per emergere,
Nani Marcucci Pinoli ... Cioe': rischiavano!... Ci mettevano la Loro faccia e il Loro danaro. Oggi, i mercanti non vogliono rischi e i critici si fanno pagare. Questa e' la verita'. E se 'uno' qualsiasi e' disposto a pagare, trovera' sempre chi scrivera' per Lui. E se poi e' pronto a 'strapagare', avra' critiche bellissime e favorevoli. E più' paghera' più' sara' osannato! Certo, non sempre e' cosi'... Ci sono le eccezioni, naturalmente. Ma molto poche!
Mary Sperti vi sono critici che si fanno pagare per criticare e per far emergere anche arte scadente e critici che eticamente offrono proprio pensiero solo a chi credono producano opere innovative e valide senza promesse assurde
Mary Sperti pochi coloro che rischiano di persona e chi paga trova la via giusta
Omniartf Italia gentili amici,sapete bene che comunque alla fine è sempre il mercato,non sempre pilotato,a decidere sulle opere e sugli artisti
Mary Sperti come no, esposizioni critiche nomi famosi alle spalle, soldini sborsati fanno la vita di coloro che si definiscono artisti
Mary Sperti meglio che stia zitta va altrimenti stasera mangio qualcuno
Aguinaldo Perrone Gentile Nani, non è proprio giusto quello che dice. Io ad esempio sono autodidatta, appunto, nel senso più puro del termine: non ho mai pagato nessuno, ad esempio, perchè scrivesse su di me. Chi mi conosce lo sa bene :) Il mio era un discorso generale sulla "bomba" di quest'estate (artistica): la casta, appunto.
Nani Marcucci Pinoli Ringrazio per i preziosi contributi e mi associo all'idea dell'importanza del 'WEB'. Penso che sia davvero una forma (e un'arma) nuova che possa aiutare le persone libere e non condizionate a confrontarsi, condividere e anche a liberarsi da pregiudizi da una parte e dall'altra dalla 'casta'. Almeno ci conto e comunque lo spero. Ed e' anche per queste ragioni che apprezzo Facebook e anche qui scrivo!
Mary Sperti domani sera dovrei essere in zona per parlare con luca
Mary Sperti ci sei in sede?
Nani Marcucci Pinoli Certo che La credo. Ci mancherebbe altro! Pero', a questo punto vorrei chiederLe quanti grandi Critici, non pagandoli, sarebbero disposti a scriverLe una presentazione? Oppure, di quanti Critici, non pagati, ha gia' le presentazioni?
Nani Marcucci Pinoli Ciao Mary! Si, ci sono. A presto
Mary Sperti ci sono ci sono nani credimi e di persona potrò parlartene
Mary Sperti la mia più importante critica è stata fatta senza denaro ma con la convinzione che quello che faccio è valido
Mary Sperti spesso ci si fa pagare anche da artisti in cui nn si crede
Nani Marcucci Pinoli Va bene. Ma puoi fare i nomi, visto che di certo si tratta anche di una eccezione! ... Che pero' conferma la regola! Ciao
Mary Sperti nn mi sembra eccessivamente corretto senza chiedere a lui
Nani Marcucci Pinoli Beh, se Ti ha scritto una presentazione, sara' di certo in una pubblicazione. Quindi gia' pubblica. E poi penso che sia onorevole per Lui dire che non si e' fatto pagare! Ma, naturalmente, fai come meglio credi. Colgo comunque l'occasione anche per dire che le situazioni, le 'circostanze' poi sono tante. E' ovvio che ognuno fa il Suo mestiere anche e soprattutto per guadagnare e quindi e' normale che un Critico di professione si faccia pagare per il Suo lavoro. La mia critica si riferisce a coloro che sono pronti a gratificare, anche troppo, artisti magari molto mediocri con elogi del tutto esagerati. Infine vorrei dire che ci sono ottimi Artisti, di valore, che non sono recensiti, non sono presenti alle Biennali, non figurano nelle grandi Gallerie, vengono ignorati dalla Casta, ma hanno la Loro dignita' artistica e, soprattutto, fanno Opere veramente di valore.
Alessandro Pediti Concordo con il dott Marcucci Pinoli sulla mancanza di veri galleristi e aggiungo che questa grave mancanza, unita alla moda attuale di mercificare tutto, anche le idee, e alla straordinaria mancanza di una critica attenta ed interessata, svilisce il mondo dell'arte alla stragua di un qualsiasi prodotto industriale
Mary Sperti certo ma credo che per correttezza sia giusto prima di fare qualsiasi nome chiedere al diretto interessato e poi come dici te è chiaro che di facile reperibilità
 
Nani Marcucci Pinoli Caro Sindaco, buon giorno! Approfitto per ringraziarLa nuovamente per la prestigiosa nomina che, come sa, ho accettato con grande piacere!!! Lei, la Giunta e il Consiglio tutto siete stati davvero molto gentili. E... complimenti! A presto